Terremoto in Nepal: il Giappone invia un team soccorsi, morto un alpinista

MeteoWeb

Il Giappone ha stanziato generi di prima necessità, tra cui tende, coperte e medicine, per un controvalore complessivo di 210mila dollari

Un alpinista giapponese e’ morto a causa di una valanga finita su un campo base del monte Everest e causata dal sisma che sabato ha colpito pesantemente il Nepal: l’ultimo bollettino del ministero degli Esteri giapponese include una donna ferita, mentre sono in corso altre verifiche. Nel pomeriggio e’ atteso l’arrivo a Kathmandu della squadra di soccorsi composta da circa 70 persone, tra agenti di polizia, vigili del fuoco, tecnici e medici, partita ieri da Tokyo con scalo intermedio a Bangkok. Il Giappone ha stanziato generi di prima necessita’, tra cui tende, coperte e medicine, per un controvalore complessivo di 210mila dollari. In Nepal, lo stesso ministero ha reso noto che a fine 2014 erano residenti poco piu’ di 1.000 giapponesi, quasi tutti attivi nel settore turistico visti gli oltre 24.000 visitatori annui provenienti dal Sol Levante. In un messaggio inviato sabato al primo ministro nepalese Sushil Koirala, il premier giapponese Shinzo Abe, attualmente in viaggio negli Usa, ha offerto il cordoglio dell’intera nazione e promesso pronta assistenza.