Terremoto in Nepal: l’aeroporto di Kathmandu congestionato, voli dirottati su altri scali

MeteoWeb

Un velivolo che trasportava squadre di ricerca e soccorso giapponesi, partito dalla Thailandia, è stato tenuto in sospeso per diverse ore ieri

Diversi voli internazionali diretti a Kathmandu con squadre di soccorso o aiuti sono stati costretti a fare dietrofront o sono stati dirottati verso altre destinazioni – vedi Bangkok – perché l’unico scalo della capitale nepalese, in grado di gestire un traffico di otto grandi aeroplani alla volta è completamente congestionato. Un velivolo che trasportava squadre di ricerca e soccorso giapponesi, partito dalla Thailandia, è stato tenuto in sospeso per diverse ore ieri, poi il pilota è stato costretto a fare tappa a Kolkata, in India, per un rifornimento. Un secondo tentativo di atterraggio a Kathmandu non è andato in porto, e l’aereo è dovuto rientrare in Thailandia. Funzionari della Thai Airways hanno spiegato che il velivolo non si è fermato per la notte a Kolkata perché gli alberghi vicino all’aeroporto erano tutti pieni dei passeggeri di altri voli diretti a Kathmandu e dirottati su altri scali.