Terremoto in Nepal: recuperati 13 corpi senza vita sull’Everest

MeteoWeb

Lo fa sapere una fonte ufficiale, spiegando che le vittime recuperate sono nove nepalesi, un australiano, un cinese, due statunitensi

Le squadre di soccorso impegnate in Nepal hanno recuperato almeno 13 corpi senza vita, delle 18 persone morte sull’Everest in seguito alle frane scatenate dal sisma di sabato. Lo fa sapere una fonte ufficiale, spiegando che le vittime recuperate sono nove nepalesi, un australiano, un cinese, due statunitensi. Il Centro di emergenza fa sapere su Twitter che i resti dei nove nepalesi sono stati restituiti alle famiglie. I corpi di uno degli statunitensi e del cittadino cinese si trovano a Lukla, località vicina all’Everest, e saranno portati prima possibile a Katmandu, dove si trovano già le altre due vittime ritrovate. Secondo quanto riferisce ancora il Centro di emergenza, al campo base dell’Everest si sono registrati 61 feriti, di cui 53 sono stati trasferiti a Katmandu e otto a Lukla. Delle 150 persone che si trovavano ai campi 1 e 2 al momento del terremoto di sabato, 120 si sono dirette a piedi a Pangboche, località a quasi 4.000 metri di altitudine.