Terremoto L’Aquila: “è il cantiere più importante d’Italia”

MeteoWeb

terremoto l'aquila“A mio parere all’Aquila c’e’ il cantiere piu’ importante d’Italia, c’e’ un grosso flusso di denaro, sarebbe imprudente non pensare che possa esserci qualche male intenzionato a interessarsene”. Lo ha detto il procuratore della Repubblica e della Direzione Distrettuale Antimafia dell’Aquila, Fausto Cardella, in occasione del sesto anno dai tragici accadimenti legati al terremoto dell’Aquila.  Il riferimento e’ al cronoprogramma dei lavori nel cantiere aquilano: 10 anni circa per uno stanziamento di circa 1 miliardo di euro l’anno. A proposito della necessita’ che il Parlamento approvi la legge sulla ricostruzione (un progetto di Legge era stato presentato dall’ex sottosegretario Giovanni Legnini, oggi vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura) ha detto: “Serve mantenere la guardia alta, ricordo che c’e’ un progetto di legge sulla ricostruzione privata. Auspico che tale progetto venga approvato in tempi brevi. Nella ricostruzione privata – ha aggiunto – non c’e’ una normativa efficace come nel pubblico, nell’attesa abbiamo trovato una soluzione interpretativa giurisprudenziale ravvedendo in colui che gestisce fondi pubblici, l’amministratore di condominio, un incaricato di pubblico servizio, consentendo di sanzionare la percezione indebita di compensi come tangente, interpretazione che ha trovato finora conferma. All’Aquila c’e’ una popolazione sana e laboriosa, ma questo non significa che dobbiamo stare a dormire”.