Terremoto Nepal, una buona notizia: due dispersi italiani stanno bene

MeteoWeb

Buona notizia per i due dispersi italiani: stanno bene

Si trovavano ai piedi dell’Everest, ma fortunatamente erano accampati in una zona lontana da quelle colpite dalla valanga provocata dal terremoto del Nepal, i due fanesi con la passione per l’alpinismo, partiti da alcuni giorni per una vacanza. Pietro Marcucci, 49 anni, titolare di una gioielleria nel centro storico di Fano, e Luca Cantiani, 50 anni, sono riusciti a mettersi in contatto con le rispettive famiglie. I due amici, che condividono la passione per l’alpinismo, erano partiti il 16 aprile e sarebbero dovuti rientrare a Fano il 10 maggio. Alla luce pero’ dei tragici avvenimenti che hano interessato anche l’Everest, i due sembrano intenzionati a tornare in Italia, rinunciando cosi’ a un’avventura in programma da mesi. Il loro rientro a Fano potrebbe avvenire gia’ in settimana.