Turismo: a Castiglione del Lago la Festa del Tulipano

MeteoWeb

Bellissimi carri allegorici sulle rive del Trasimeno, a Castiglione del Lago, per la Festa del Tulipano

L’Umbria e l’Olanda sono piu’ vicine di quanto si possa immaginare: per rendersene conto basta partecipare alla Festa del Tulipano che da 49 anni anima lo splendido borgo di Castiglione del Lago, sulle rive del Trasimeno, dove la cultura gastronomica si sposa con quella floreale. E’ proprio qui infatti che le taverne ospitano tra composizioni audaci di tulipani, composizioni altrettanto interessanti di piatti tipici del luogo: spaghetti alle uova di carpa regina, tagliatelle alla tinca affumicata, il brustico, il tegamaccio e molto altro ancora per cinque giorni di festa. Furono proprio i fiamminghi, nel lontano 1956, a trasferire agli abitanti Castiglione del Lago l’usanza di salutare l’arrivo della primavera: con il primo fiore, troppo corto per essere venduto, venivano addobbate finestre, balconi e piccoli carri.

automDa allora ai giorni nostri ne e’ stata fatta di strada, e oggi la manifestazione organizzata dall’Associazione Turistica-Pro Castiglione richiama nel paese in provincia di Perugia decine di migliaia di visitatori. Anche quest’anno festa per 5 giorni, dal 15 fino al 19 aprile, la domenica in cui Castiglione vestira’ il suo “abito” migliore: come per incanto centinaia di migliaia di tulipani fioriranno da finestre, balconi, vetrine di negozi e di uffici, piazzette e angoli delle strade; nel pomeriggio, poi, sara’ organizzata la caratteristica sfilata dei carri allegorici allestiti dai volontari dell’Associazione ed addobbati esclusivamente con tulipani.

79Dal 1956 a oggi sono piu’ di 1.500 i carri allestiti per l’occasione e il tema scelto per l’edizione 2015, “Ascanio della Corgna”, riportera’ tutti indietro nel tempo al 1500. Condottiero e nobile, Ascanio fu il primo marchese sovrano di Castiglione del Lago; grande appassionato di architettura, negli 8 anni del suo regno contribui’ a modificare radicalmente l’aspetto del borgo. E cosi’, a partire da mercoledi’ 15 aprile, apriranno le taverne tipiche che rappresentano un richiamo irresistibile per gli amanti della buona cucina, mentre i visitatori potranno assistere al corteo storico di Ascanio della Corgna, al saluto del Marchese al popolo, all’esibizione dei Falconieri, ai giochi in costume e alle esibizioni delle bande musicali e dei gruppi folk per le vie del paese. Un borgo magico, immerso in un contesto naturalistico unico e con un grazioso centro storico tutto compreso all’interno delle mura medievali. Dalle tre porte di accesso a Castiglione del Lago e’ possibile visitare il Palazzo Ducale e la Fortezza, oltre alla chiesa di Santa Maria Maddalena e l’antico Palazzo del Popolo, ma di grande impatto visivo e’ anche il percorso panoramico sotto le mura esterne, lungo il Poggio olivato. Per gli amanti della natura, invece, si va dalla possibilita’ di cimentarsi in tutti gli sport acquatici ai campi da tennis, dai maneggi fino al trekking e alla mountain-bike lungo la pista ciclabile che costeggia il lago