Vasto incendio sulla regione di ?ernobyl’, bruciano i boschi attorno la centrale nucleare dove avvenne il grave incidente del 1986

MeteoWeb

Vasti incendio nella zona di Chernobyl

Dalla mattinata di ieri un vasto incendio, di natura probabilmente dolosa, sta devastando oltre 340 ettari di boschi attorno la regione di ?ernobyl’, appena a nord di Kiev. Le fiamme, alimentate dalla tesa e calda ventilazione dai quadranti meridionali richiamata dal vasto sistema frontale presente fra la Polonia e il settore più occidentale della Russia europea, si sarebbero ampliate nei boschi che circondano la cittadina di ?ernobyl’, conosciuta in tutto il mondo per il grave disastro nucleare avvenuto il 26 Aprile 1986, presso la centrale nucleare V.I. Lenin, quando da uno dei reattori si sprigionò una nube di materiale radioattivo che ricadde su vaste aree intorno alla centrale, contaminandole pesantemente e rendendo necessari l’evacuazione e il reinsediamento in altre zone di circa 336.000 persone. La nube radioattiva, anche a causa della presenza di una circolazione anti-zonale sull’Europa, con venti provenienti da NE ed Est, si espanse fino alla Finlandia e la Scandinavia con livelli di contaminazione via via minori, toccando anche l’Italia, la Francia, la Germania, la Svizzera, l’Austria. Al momento, nonostante l’estensione dell’incendio, sembra che non vi siano rischi per la popolazione, malgrado il fronte dell’incendio si sia sviluppato proprio in una delle aree maggiormente contaminate dal terribile incidente nucleare del 1986. Ma restano i danni ingenti di oltre 340 ettari di boschi andati letteralmente in fumo.