Violenti temporali stanno flagellando la Somalia centro-meridionale, la risalita dell’ITCZ all’origine della forte attività temporalesca

MeteoWeb

Maltempo in Africa: violenti temporali nella Somalia centro/meridionale

In queste ore una serie di “Cellule temporalesche” e imponenti “Clusters” stanno causando forti temporali fra la Somalia centro-meridionale e il tratto di mare antistante il paese del Corno d’Africa. La graduale risalita dell’ITCZ verso nord lungo il fronte dell’Africa orientale sta favorendo un notevole rinforzo dell’attività convettiva sui paesi che si affacciano sull’oceano Indiano. L’apporto di aria molto umida dai quadranti meridionali verso le coste somale centro-meridionali, dove nelle ore centrali del giorno il calore irradiato dal sole, prossimo allo Zenit (raggi solari perpendicolari sull’orizzonte nelle ore centrali del giorno), favorisce l’attività convettiva e la nascita di varie “Celle temporalesche” e sistemi temporaleschi un po’ più organizzati che danno luogo a piogge e a temporali a carattere sparso che bagnano le aride terre del povero stato africano. Nella giornata odierna l’aria umida proveniente dall’oceano Indiano è riuscita a penetrare nell’arido e rovente entroterra somalo, agevolando così lo scoppio di forti correnti ascensionali che hanno poi costruito imponenti nubi temporalesche (cumulonembi), alte più di 10-12 km, che hanno poi prodotto rovesci e forti temporali che si sono distribuiti a macchia di leopardo sul territorio, interessando alcune zone e lasciandone a secco altre limitrofe. Dalle immagini satellitari a nostra disposizione si nota come i temporali di queste ore, generati da più “Celle” che si stanno congiungendo in una grossa Multicella carica di fulminazioni (una caratteristica tipica dei temporali di calore caratterizzati da potenti “Updraft”), stiano interessato specifiche aree nella parte centro-meridionale del paese africano, dove molto probabilmente si stanno verificando forti acquazzoni che causeranno allagamenti data l’incapacità del terreno di raccogliere tutta quella quantità d’acqua in così poco tempo. L’attività temporalesca sul territorio somalo, come nel vicino altopiano etiope, dovrebbe ulteriormente intensificarsi a partire dai prossimi giorni, con l‘ulteriore avanzamento verso nord del “fronte di convergenza intertropicale“ che insegue i passaggi “zenitali“ del sole. Di sicuro queste piogge rappresentano un ancora di salvezza dopo la catastrofica siccità patita lo scorso anno.