Alluvione Texas: almeno 3 morti a Houston, città sommersa dall’acqua

MeteoWeb

Il servizio meteo nazionale ha lanciatolo l’allerta per “flash flooding”, cioè a dire per gli allagamenti lampo che sono i più pericolosi nella scala delle emergenze

Si e’ risvegliata sommersa dall’acqua Houston, la quarta citta’ piu’ popolosa degli Stati Uniti, dopo la terribile alluvione che si e’ abbattuta nella notte sul Texas. Almeno tre le vittime nella sola capitale dell’energia alle prese con uno scenario apocalittico, peggiore di quello provocato dall’uragano Ike nel 2008. La pioggia battente su Houston, con lampi e tuoni terrificanti, e’ iniziata ieri sera, intorno alle 21.00. Il servizio meteo nazionale ha lanciatolo l’allerta per “flash flooding”, cioe’ a dire per gli allagamenti lampo che sono i piu’ pericolosi nella scala delle emergenze. Per Houston non avveniva dai tempi di Ike. Due persone sono morte affogate nelle loro auto mentre il corpo di una terza vittima galleggiava in un canale, secondo quanto riferito dalla polizia. Il sindaco della citta’, Annise Parker, ha invitato tutti a rimanere a casa. Le scuole di Houston oggi sono rimaste chiuse cosi’ come molti uffici pubblici. Fiumi e canali sono esondati e intere aree sono diventati dei veri e propri laghi con il livello dell’acqua che ha superato l’altezza della porta di un garage. In 50.000 sono rimasti senza elettricita’ e mille abitazioni sono state distrutte. La violenza della pioggia era tale che circa 350 fan dei Rockets hanno preferito passare la notte al Toyota Center, dopo aver assistito alla partita “vittoriosa” della loro squadra di basket. Con loro e’ rimasto anche il giocatore Dwight Howard.