Alluvioni in Texas e Oklahoma: almeno tre morti, strade come fiumi [VIDEO]

MeteoWeb

Il servizio meteorologico nazionale ha avvertito di violente tempeste in arrivo su una larga parte delle pianure centrali e meridionali in direzione della valle del Mississippi

Inondazioni causate da piogge torrenziali hanno causato almeno tre morti e distrutto centinaia di abitazioni nel sud degli Stati Uniti, mentre le autorità prevedono un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche. In Texas, l’amministrazione comunale di San Marcos, cittadina più colpita, ha chiesto agli abitanti di lasciare le loro case. Le immagini televisive mostrano auto e autocarri sommersi e persone che “navigano” su sedie a sdraio gonfiabili per le strade della cittadina, trasformate in fiumi. Secondo le autorità 400 case sono andate distrutte. La città, che ha annullato la cerimonia del Memorial Day, ha reso noto di aver aperto rifugi temporanei per accogliere i sentatetto. “Abbiamo inviato messaggi di evacuazione e i poliziotti e i pompieri girano casa per casa per informare gli abitanti delle zone colpite”. Le squadre di soccorso sono alla ricerca di tre persone scomparse e la morte di almeno una persona è confermata in Texas, riferisce CNN. In Oklahoma, a nord del Texas, sono morte due persone: un pompiere trascinato via dalle acque mentre cercava di salvare una persona a Claremore e una donna di Tulsa la cui auto ha sbandato. A San Marcos è in vigore il coprifuoco dalle locali 21 di ieri sera alle sette di stamani (dalle quattro alle 14 di oggi in Italia). Il servizio meteorologico nazionale ha avvertito di violente tempeste in arrivo su una larga parte delle pianure centrali e meridionali in direzione della valle del Mississippi. “Sono possibili anche tornado isolati, con grandine e forti venti” ha aggiunto, parlando di possibili inondazioni in Iowa e Texas (sud).