Angelo Pesce, 60 anni di gloriosa storia della geologia italiana

MeteoWeb

Sarà Angelo Pesce, a parlare ai giovani studenti di Scienze Geologiche dell’Università Federico II, Giovedì 28 Maggio, alle ore 9 e 30

“Oggi ho 83 anni e parlerò ai giovani studenti universitari in Scienze Geologiche. Dirò loro di mantenere aperta la prospettiva di andare a lavorare all’estero e di quanto sia importante conoscere l’inglese”. Angelo Pesce è stato il primo studente in assoluto a laurearsi in Scienze Geologiche nel Febbraio del 1956 all’Università Federico II di Napoli, sette anni prima del Vajont. La Facoltà era nata da poco, l’Italia usciva dalla Seconda Guerra Mondiale. Oggi Angelo, a distanza di molti decenni ritornerà nelle aule universitarie che lo videro studente ma questa volta per essere docente per un giorno e parlare ai giovani. “Il mio primo lavoro: dove cercarlo, come trovarlo”, questo è il tema della conferenza di Napoli ed Angelo racconterà del suo primo lavoro. Angelo rappresenta 60 anni gloriosi di storia della geologia italiana. ” La tesi fu “Rilevamento geologico della Penisola Sorrentina” – ha proseguito Angelo – in un epoca in cui non c’erano mezzi di trasporto. La Circumvesuviana finiva la corsa a Castellammare di Stabia. Dunque percorsi l’intero territorio a piedi passando da una parte all’altra fino ad arrivare a Massa Lubrense”. E dall’Università, Angelo, con una laurea da 110 e lode, ha abbracciato il mondo. “Ho fatto parte del primo gruppo di tecnici italiani – ha continuato Angelo – che andò in Iran nell’Ottobre del 1957 quando Enrico Mattei ottenne dallo Scià di Persia ben 3 concessioni di ricerca”. Di aneddoti Angelo potrebbe raccontarne tanti . “Ho lavorato per ben 10 anni nelle regioni sahariane e subsahariane – ha proseguito Pesce – 20 anni nella Penisola Arabica ma anche in Texas, nel Golfo del Messico”. Angelo è stato il ricercatore nel mondo, un instancabile maratoneta. “La Geologia è il bisogno immenso di capire il paesaggio. Ai giovani di Napoli – ha concluso Angelo Pesce – chiederò di cercare di capire, capire e capire ancora. Dirò loro di imparare bene l’inglese e tenere aperta la prospettiva di andare a lavorare all’estero dove i geologi sono molto richiesti, dove c’è un gran bisogno di geologi anche da parte di società petrolifere”.
Sarà Angelo Pesce, a parlare ai giovani studenti di Scienze Geologiche dell’Università Federico II, Giovedì 28 Maggio, alle ore 9 e 30, presso il Dipartimento di Scienze della Terra in Largo San Marcellino 10 a Napoli. Il tema della conferenza sarà “Il mio primo lavoro: dove cercarlo, come trovarlo” che vedrà insieme aziende, mondo accademico, studenti, classe imprenditoriale.
Un evento voluto ed organizzato dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università Federico II di Napoli, in collaborazione con l’Ordine dei Geologi della Campania. “L’obiettivo – ha affermato Silvia Fabbrocino, Consigliere dell’Ordine dei Geologi della Campania – è quello di creare un rapporto di continuità tra mondo universitario e mercato del lavoro. Infatti alla conferenza saranno presenti gli imprenditori, gli studenti ed il mondo accademico oltre a quello delle professioni”.