Animali, biologo ONU: gli spettacoli dei delfinari in Italia non sono educativi

MeteoWeb

“L’unica esigenza è quella di spettacolarizzare questi animali sfruttandone la bellezza e l’intelligenza a fini commerciali” è quanto ha affermato sulle strutture italiane il biologo Joan Gonzalvo

”Gli spettacoli nei delfinari italiani non rispettano il comportamento naturale dei delfini e sono privi di contenuto educativo”. Questa la conclusione dell’indagine svolta dal biologo marino Joan Gonzalvo, consulente per l’Unep (il Programma ambiente delle Nazioni Unite), che ha fatto per conto della Lav (Lega antivivisezione) una valutazione sulla maggior parte di queste strutture nel nostro Paese. ”L’utilizzo dei delfini nei delfinari risponde all’unica esigenza di spettacolarizzare questi animali sfruttandone l’intelligenza e la bellezza a fini commerciali – osserva la Lav – i delfinari non sono altro che dei circhi di acqua senza alcuna finalita’ educativa. L’osservazione dei delfini in liberta’ e’ l’unica vera esperienza educativa possibile”. Joan Gonzalvo ha analizzato l’applicazione dei criteri di legge in diversi spettacoli in delfinari italiani. Nelle sue conclusione scrive: ”E’ errata l’affermazione ricorrente dei delfinari che gli spettacoli con i delfini offrono la grande opportunita’ di fare un’esperienza educativa. La principale finalita’ di queste rappresentazioni e’ quella di intrattenere e divertire il pubblico, invece che fornire informazioni sulla reale natura, celando la crudelta’ dell’evidenza, cioe’ che gli ‘attori’ di questi spettacoli sono animali tenuti prigionieri ed esibiti con il fine ultimo di fare soldi”.