Astronomia: scoperto un ammasso globulare in formazione

MeteoWeb

“Potremmo essere testimoni di una delle più antiche ed estreme modalità di formazione stellare nell’universo”

Un gruppo di astronomi, utilizzando il radiotelescopio Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (Alma) in Cile, ha scoperto quello che potrebbe essere il primo esempio conosciuto di un ammasso globulare in procinto di formarsi, un vero e proprio Jurassic Park dell’astrofisica della formazione delle stelle. Si tratta, sottolinea Media Inaf, il notiziario online dell’Istituto nazionale di astrofisica, una nube di gas molecolare incredibilmente pesante, estremamente densa, ma completamente priva di stelle.
“Potremmo essere testimoni di una delle più antiche ed estreme modalità di formazione stellare nell`universo -, ha detto Kelsey Johnson, astronomo presso l`Università della Virginia e principale autore di uno studio in via di pubblicazione su Astrophysical Journal -. Questo notevole oggetto sembra come provenire direttamente dall`universo primordiale: scoprire qualcosa che ha tutte le caratteristiche di un ammasso globulare, ma che non ha ancora iniziato a formare stelle, è come trovare un uovo di dinosauro che sta per schiudersi”.
L’oggetto, che gli astronomi chiamano scherzosamente Firecracker (“il petardo”), si trova a circa 50 milioni di anni luce di distanza dalla Terra, rincantucciato tra una famosa coppia di galassie interagenti, note come le Antenne.