Cambiamenti climatici: significativo impoverimento dell’avifauna in Messico

MeteoWeb

Lo studio si basa su dati storici e attuali riferiti a 115 specie di uccelli endemiche, che vivono solo in Messico

I cambiamenti climatici e in particolare le variazioni della temperatura del globo piuttosto che favorire l’invasione di nuove specie in Messico stanno causando un significativo impoverimento dell’avifauna. Lo suggerisce uno studio pubblicato oggi su Science Advances condotto da ricercatori dell’Universita’ del Kansas, dell’Universita’ nazionale autonoma del Messico e del Conabio, ente messicano sulla biodiversita’. Lo studio, che si basa su dati storici e attuali riferiti a 115 specie di uccelli endemiche, che vivono solo in Messico, da’ un quadro dell’impatto del cambiamento climatico sulla biodiversita’ dell’avifauna. Le mappe elaborate dagli scienziati mostrano un “saldo” negativo tra le specie di uccelli perdute dal Messico e quelle nuove, soprattutto a causa dell’aumento delle temperature piu’ che dell’impatto dell’uomo sul territorio o dei cambiamenti nelle precipitazioni. La perdita di specie si concentra nella parte nord-occidentale del Paese, nella parte meridionale del deserto di Chihuahua e nello stato del Chiapas.