Clima, Galletti: a ottobre in Italia pre-conferenza prima della COP 21 di Parigi

MeteoWeb

“Il nostro Paese è in prima linea su questa battaglia per il futuro del Pianeta, e intende proseguire con il massimo impegno”

“A Lima lo scorso anno tutti i Paesi del mondo hanno preso un impegno per la fornitura di contributi nazionali” alla Cop 21 di Parigi, un impegno “che bisogna assolutamente mantenere” per “costruire un accordo che sia durevole e credibile, ma che sia flessibile e si adatti alle governance e alle circostanze”. E allora, “proprio per agevolare il conseguimento di questo accordo e il superamento dei molti ostacoli ancora sul tappeto, l’Italia a fine ottobre organizzera’ una pre-conferenza sui cambiamenti climatici che riunira’, a un mese dalla Cop 21 di Parigi, tutti gli interlocutori della trattativa sul clima”. Lo annuncia Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, nel suo intervento alla Giornata dell’Africa 2015, oggi alla Farnesina. “Il nostro Paese e’ in prima linea su questa battaglia per il futuro del Pianeta”, aggiunge Galletti, “e intende proseguire con il massimo impegno”. Una ‘pre Cop’ in Italia “per agevolare il percorso di Parigi”, aggiunge a margine della Giornata dell’Africa 2015 Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, “un’iniziativa che si ripete in tutte le Cop (Conference of parties, cioe’ la Conferenza delle parti gia’ aderenti al Protocollo di Kyoto, ndr), e’ usuale che le Cop prevedano una pre-Cop in preparazione dell’evento, e io sono molto soddisfatto che l’Italia sia stata prescelta per quest’evento, perche’ si riconosce il ruolo che abbiamo avuto nella lotta ai mutamenti climatici in quest’anno a partire dalla Conferenza di Lima dello scorso anno”. La pre-Cop di fine ottobre “sara’ il momento per confrontarci non solo tra Paesi ma anche con la societa’ civile- prosegue Galletti- con la parte industriale ma anche con le Ong”.