Concordia: il relitto nel porto di Genova, inizia lo smantellamento

MeteoWeb

Le operazioni di trasferimento si sono svolte senza incidenti, grazie alle condizioni meteo marine favorevoli con mare molto calmo e vento quasi assente

E’ entrata nel porto di Genova, dall’imboccatura di levante, poco prima delle 8.30 di questa mattina il relitto della Concordia (naufragata all’Isola del Giglio il 13 gennaio del 2013, ndr) che ieri ha lasciato l’ormeggio alla diga foranea del porto di Pra’, dove e’ rimasto per 10 mesi per essere alleggerito di oltre 5.700 tonnellate di materiali (arredi e allestimenti interni). Durante la notte la nave, trainata e assistita da tre rimorchiatori e scortata da alcune motovedette della Capitaneria di Porto e da una chiatta per le rilevazioni ambientali, ha attraversato il golfo, navigando a circa 10 miglia dalla costa. Le operazioni di trasferimento si sono svolte senza incidenti, grazie alle condizioni meteo marine favorevoli con mare molto calmo e vento quasi assente. Il relitto e’ diretto alla banchina ex superbacino nell’area delle Riparazioni Navali dove saranno effettuati i lavori di smantellamento e riciclo. Durante questa fase si procedera’ anche alla pulizia delle cambuse e delle celle frigo presenti al ponte 0. La manovra di arrivo e ormeggio alla banchina ex superbacino, che dovrebbe concludersi nel primo pomeriggio, avverra’ con l’ausilio di 8 rimorchiatori portuali. Verso la fine del 2015, poi, lo scafo ‘nudo’ della nave sara’ nuovamente trasferito nel bacino di carenaggio 4 dove prendera’ avvio la quarta e ultima fase della demolizione con la scomparsa definitiva della Concordia.