Ebola, Lorenzin: per l’infermiere sono stati rispettati tutti i protocolli

MeteoWeb

“Ancora non sappiamo come sia accaduto ma mi sento di rassicurare che il volontario ha eseguito puntualmente tutti i protocolli previsti”

“Tutti i protocolli di sicurezza per l’infermiere sono stati rispettati. L’infermiere da quando e’ tornato in Italia e’ stato in quarantena e si controllava la febbre, poi quando ha capito che qualcosa non andava ha avvisato lo Spallanzani ed e’ stato trasferito in isolamento a Sassari e poi a Roma”. Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ai microfoni di uno Mattina, a proposito del caso del volontario di Emergency contagiato in Sierra Leone e ora ricoverato a Roma. “A Sassari – ha aggiunto Lorenzin – stiamo attuando procedure di eccesso di protezione ed e’ tutto sotto controllo. Siamo vicini all’infermiere e gli auguriamo una pronta guarigione”. “Come sapete – ha detto ancora il ministro Lorenzin – e’ stata deliberata come conclusa la fase di emergenza in Sierra Leone per quanto riguarda l’Ebola. Ma questo non vuol dire che non possa esserci stato contagio come e’ accaduto nel caso dell’infermiere di Emergency. Ancora non sappiamo come sia accaduto ma – ha sottolineato – mi sento di rassicurare che il volontario ha eseguito puntualmente tutti i protocolli previsti”.