Estate: dal talco all’aceto, i nemici delle formiche

MeteoWeb

Per chi abita al piano terra, ha un giardino o un terrazzo estate è anche sinonimo di formiche. Insieme alle zanzare, sono questi gli insetti contro i quali si scatenano vere e proprie guerre senza quartiere. ma la battaglia può essere “green“, tentando la strada dei rimedi della nonna. La prima regola, naturalmente, è fare attenzione a residui di cibo, briciole varie e zucchero; dopo aver individuato i punti di accesso, può essere utile spolverare il pavimento con talco, argilla o bicarbonato per interrompere il loro passaggio, perché sulle superfici polverose le formiche non passano. Come repellenti, invece, ottimi gli oli essenziali: qualche goccia di olio di neem o di tea tree oil, negli angoli e sempre vicino ai passaggi (ma non a coprire le sostanze in polvere usate) le tiene lontano. Queste essenze possono anche essere usate mescolandole nell’acqua usata per lavare i pavimenti. E per la pulizia dei pavimenti può anche essere usata una miscela di acqua, aceto e olio essenziale di limone: sgrassa, lucida e allontana gli insetti. L’aceto è perfetto anche per lavare i piatti e le superfici della cucina, così oltre all’igiene si tengono lontane le formiche dalle provviste e dalle stoviglie. Le formiche infatti sono sensibili agli odori e non amano peperoncino, chiodi di garofano, menta, cannella e paprika.