Expo 2015: mel supermercato del futuro con YuMi, il robot collaborativo

MeteoWeb

Con l’introduzione di YuMi, frutto di anni di ricerca e sviluppo, ABB apre nuove opportunità per una vera e propria interazione tra persone e robot che lavorano insieme in sicurezza

A Expo 2015 un salto nel futuro con YuMi, robot collaborativo impegnato a confezionare mele al banco frutta del supermercato che verrà. All’interno del Future Food District, ABB – sponsor ufficiale per l’automazione e la robotica a Expo 2015 – espone i propri robot in un vero e proprio supermercato di 2.500 metri quadri sviluppato su due livelli, con la possibilità per i visitatori di sperimentare in prima persona uno dei possibili scenari futuri della filiera di produzione degli alimenti e del loro consumo.
Al suo interno, oltre a due esemplari di robot YuMi – il primo robot industriale al mondo a due bracci realmente collaborativo – vi sono anche 2 IRB 1200, robot di piccole dimensioni sviluppati da ABB per applicazioni di movimentazione materiali, assemblaggi e asservimento macchine caratterizzati da ingombri ridotti, flessibilità, velocità e semplicità di integrazione. Ecco allora che è possibile vedere YuMi confezionare mele in scatole di materiale ecologico e collocarle in un’area self-service dove possono essere acquistate dai visitatori.
“Questa applicazione robotizzata simboleggia l’impegno di ABB sull’intera catena del valore del food & beverage. Gli attori della filiera alimentare (dai produttori ai costruttori di macchine fino ad arrivare alla grande distribuzione organizzata) – dichiara Mario Corsi, amministratore delegato di ABB SpA – devono gestire contemporaneamente molte sfide: sicurezza, igiene, affidabilità tecnologica e tracciabilità dell’intero processo.
Oltre a rispondere a queste priorità, le nostre soluzioni legate all’automazione e alla robotica portano vantaggi in termini di velocità di produzione, qualità dei prodotti, riduzione degli sprechi, maggiore efficienza e flessibilità. La chiave risiede in una continua spinta all’innovazione”.
Con l’introduzione di YuMi, frutto di anni di ricerca e sviluppo, ABB apre nuove opportunità per una vera e propria interazione tra persone e robot che lavorano insieme in sicurezza. La filiera del food&beverage, – sottolinea ABB – così come numerosi altri contesti industriali e infrastrutturali, ha la necessità di gestire i propri processi basandosi su una visione integrata, resa possibile da Internet of Things, Services and People. Un contesto in cui i servizi diventano sempre più avanzati grazie alla migliore capacità di analisi dei dati, offrendo nuove possibilità di ottimizzare l’operatività, mentre le persone mantengono il pieno controllo dei processi e il necessario potere decisionale, controllando tutte le attività eseguite dagli “oggetti”.