Expo Milano 2015: il padiglione del Nepal terremotato, “aspettiamo tantissimi italiani”

MeteoWeb

Expo 2015, FOCUS sui paesi partecipanti: il Nepal

Tema della partecipazione: “La sicurezza alimentare e la sostenibilita’ per lo sviluppo”. Il Nepal e’ uno stato situato nella parte meridionale del continente asiatico, incastonato come una gemma tra l’India e la Cina. Ha una popolazione di oltre 26 milioni di abitanti distribuiti su una superficie di 147.000 chilometri quadri. L’economia nepalese e’ prevalentemente agricola e industriale, i settori trainanti sono quello turistico e minerario. La produzione di cibo nel Paese non riesce a tenere il passo della crescita demografica. Una delle cause e’ la mancanza di un’irrigazione adeguata dei campi agricoli, cosi’ come e’ limitata la produzione di energia.

105701137-53094cdc-8239-43ea-9d8f-71813a0ff886Da qui la decisione di partecipare a Expo Milano 2015 per aumentare l’attenzione sulla necessita’ di adottare programmi di sviluppo capaci di garantire a ogni persona la quantita’ di cibo di cui ha bisogno. IlNepal vanta un alto tasso di biodiversita’. Grazie alle condizioni climatiche favorevoli e alla disponibilita’ di acqua corrente proveniente dai ghiacciai della catena montuosa dell’Himalaya, piu’ di settecento specie potrebbero essere utili in ambito alimentare o medico. Il focus generale e’ l’agricoltura di montagna, sviluppatasi nei secoli in questo Paese montagnoso, con i suoi propri metodi naturali, i terrazzamenti, la ricchezza dei suoi prodotti biologici. Le specificita’ e le cause di questo successo vengono illustrate dal vivo nel percorso espositivo del padiglione, con la possibilita’ di assistere alla preparazione per poi essere invitati ad assaggiare i piatti tipici della cucina nepalese.

expo-2015-milano-padiglione-nepal-5Il padiglione del Nepal e’ stato progettato da Implementing Expert Group (Ieg), lo stesso gruppo di architetti scelto dal governo nepalese per seguire anche le esposizioni universali del 1988, 1990, 2000 e 2010. Ricorda strutturalmente la forma del mandala, il diagramma circolare formato dall’unione di figure geometriche che richiama il cerchio della vita. L’atmosfera in cui si calano i visitatori e’ quella degli antichi insediamenti delle valli di Kathmandu dove persone di differenti etnie, religioni ed estrazione sociale hanno convissuto in armonia per secoli, in un contesto vivido e colorato. Le abitazioni sono sempre state decorate da elementi di metallo, pietra, terracotta e legno intarsiato, un’abilita’ affinatasi in secoli di esperienza da parte di artigiani che rivaleggiavano tra loro in bravura. Il costruttore Ieg ha istruito squadre di carpentieri, muratori, artigiani e artisti per replicare gli elementi costruttivi delle piu’ belle abitazioni tradizionali nepalesi. (fonte: www.expo2015.org).

“Aspettiamo qui tantissimi italiani”

“Invito gli italiani a venire a visitare il nostro bellissimo Paese quando la situazione si sara’ risolta”: e’ l’appello del commissario del padiglione del Nepal a Expo 2015, Amit Ratnasahkya, nella giornata di apertura. Il Paese duramente colpito dal terremoto puo’ risollevarsi con il turismo, secondo il commissario. Sono tante le persone che visitano il padiglione del Nepal e passeggiano al suo interno, tra le case tradizionali che ricordano quelle degli antichi insediamenti delle valli di Kathmandu. “Ho sentito la solidarieta’ delle persone, delle aziende, di Expo e di tutti i lavoratori oltre che dal governo italiano”, ha aggiunto il commissario, “alimentazione e sviluppo sostenibile sono i temi che affrontiamo, ed e’ quello che il Nepal puo’ dare in questi due settori”. All’ingresso del padiglione si trova una scatola per le offerte dei visitatori, il ricavato sara’ dedicato alla ricostruzione. Per raccogliere fondi l’organizzazione del padiglione sta anche pensando di organizzare un grande concerto con star internazionali a Milano.