In Italia 87.000 cani l’anno scappano da casa: solo la metà riescono a ritrovare i loro padroni

MeteoWeb

L’allarme lanciato dall’AIDAA per i cani che scappano da casa

Nel 2014 stando alle segnalazioni arrivate alle associazioni animaliste, alle denunce presentare, ed ai ritrovamenti di cani fuggiti portati poi in canile per i controlli veterinari sono stati 87.000 i cani scappati dalle proprie abitazioni, o fuggiti mentre si trovavano a passeggio con i propri padroni. Di questi solo 44.300 ha fatto ritorno alle proprie abitazioni di cui 11.342 passati per i canili italiani. Gli altri sono andati per buona parte a rimpinguare le fila del randagismo o sono stati ritrovati da altri proprietari che se li sono tenuti magari ottenendo il cambio di microchip. Nel 2013 i cani fuggiti furono 76.000 su una popolazione complessiva di 7 milioni di cani di proprietà, 150.000 cani detenuti nei canili e circa 700.000 cani randagi vaganti prevalentemente nelle regioni del sud Italia. Le regioni con il maggior numero di segnalazioni di cani scappati sono nell’ordine Puglia, Sicilia, Sardegna, Toscana, Marche, Veneto e Lombardia. Tra i maggiori motivi della fuga: cancelli e porte di casa lasciate aperte, ma anche cani non tenuti al guinzaglio e cani che fuggono da padroni crudeli. Lo afferma in una nota l’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente.