Nespole giapponesi: gustosi frutti che allietano le tavole del mese di maggio

MeteoWeb

Gusto delicato, sapore leggermente acidulo e tantissime proprietà benefiche

Antinfiammatorie e diuretiche, drenanti, gustosissime… sono le nespole giapponesi che arrivano sulle tavole del mese di maggio, rappresentando una prelibatezza tra la frutta di stagione. Le nespole giapponesi, caratterizzate da un vivace color arancio/giallo e da una forma tondeggiante che le fa assomigliare alle albicocche, sono i frutti dello scientificamente noto Eriotroba Japonica. Provengono dalla Cina, anche se è nel Paese del Sol Levante, ossia in Giappone, che avvennero,più frequentemente, i primi contatti con l’Europa.

NESPOLE GIAP 1Gusto delicato e particolare, con un sentore floreale, molto fresco, ed una leggera nota acidula presente soprattutto nei frutti più piccoli, le nespole giapponesi sono ricche di betacarotene, benefico per la nostra pelle, che previene le rughe, preparandoci all’esposizione solare, conferendo alla nostra cute un bel colore dotato. I frutti maturi sono lassativi; quelli non maturi astringenti, pertanto utili in caso di diarrea. Le nespole giapponesi aiutano a regolare la funzionalità intestinale e quella epatica, sono un blando antipiretico per cui la loro assunzione è utile in caso di febbre; contengono molta acqua, vantano solo 28 calorie ogni 100 grammi di prodotto pertanto utili nelle diete ipolocariche.

NESPOLE GIAP COPSono ricche di sali minerali, in particolare di potassio, fosforo, magnesio e calcio, pertanto ideali per gli sportivi e per chi fa attività fisica prolungata, contengono tannini, molecole a forte azione antiossidante, acido formico e acetico che determinano il loro gusto acidulo, fibra alimentare solubile che dona un senso di sazietà, ideale per chi vuol mantenersi in linea.

NESPOLE GIAP 2Le nespole giapponesi sono davvero versatili, ottime nella preparazione di dolci, frullati, sorbetti, semifreddi, marmellate, macedonie e liquori (per questi ultimi si utilizzano i noccioli). La nespola è matura quando la polpa è morbida ed il suo colore è vivo. La buccia deve presentarsi liscia, uniforme, priva di grinze e ammaccature. Quelle acerbe si conservano a temperatura ambiente per massimo 4 giorni, mentre quelle mature si conservano in frigo per massimo 3 giorni.