Obesità e tumori: una relazione pericolosa, provoca 1 decesso su 5

MeteoWeb

Se i fumatori ormai diminuiscono, l’epidemia degli extralarge aumenta inarrestabile

Obesità e tumori, una relazione pericolosa. Una morte per cancro su 5 è causata dai chili di troppo, che, a sorpresa, potrebbero superare il fumo come principale causa prevenibile di malattia. È l’allarme lanciato dagli oncologi riuniti al congresso dell’Asco (Società americana di oncologia clinica), in corso a Chicago. Se gli effetti delle sigarette sono ormai noti, minore è la consapevolezza generale del legame fra cancro e obesità, che viene più associata a diabete e malattie cardiovascolari. Inoltre, se i fumatori ormai diminuiscono, l’epidemia degli extralarge aumenta inarrestabile. “Il peso dei nostri cittadini sta crescendo in maniera drammatica – afferma Jennifer Ligibel, of the Dana-Farber Cancer Institute at Harvard University – e ormai abbiamo una mole significativa di dati ed evidenze scientifiche che le persone in sovrappeso sono più a rischio di cancro del seno, della prostata, del colon-retto e dei tumori ginecologici”. Nei prossimi 10-15 anni, avvertono gli esperti, l’obesità potrebbe diventare il killer numero 1.