Previsioni Meteo, brusco peggioramento da giovedì sera: il bollettino dell’aeronautica militare [MAPPE]

/
MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni meteo sull’Italia fino a lunedì 18 maggio

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni meteo sull’Italia. Situazione: sull’Italia e’ presente un’area di alta pressione che determina generali condizioni di tempo stabile e in prevalenza soleggiato salvo il passaggio di moderate velature. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNord:  cielo generalmente velato per nubi alte e sottili, mentre annuvolamenti cumuliformi pomeridiani interesseranno i settori alpini ed appenninici. Centro e Sardegna: giornata all’insegna del tempo stabile e in prevalenza soleggiato, ma con parziali velature inizialmente sulla Sardegna, in successiva estensione alle regioni peninsulari. Nottetempo possibili banchi di nebbia sulle zone costiere di Toscana e alto Lazio. Sud e Sicilia: sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni, con tendenza a velature in arrivo dalla serata ad iniziare dalla Campania. Temperature: minime in lieve calo su Toscana e Sicilia in aumento sul resto della penisola; massime in diminuzione su Sicilia e Calabria, stazionarie altrove. Venti: deboli orientali al centro-nord, con rinforzi da sud-est sull’alto Adriatico e a regime di brezza lungo le coste; moderati nord-orientali al sud con residui rinforzi sul canale d’Otranto, ma in rotazione a nord-ovest e in attenuazione. Mari: molto mosso lo Jonio, ma con moto ondoso in attenuazione; mossi gli altri mari meridionali, ma con moto ondoso in attenuazione; quasi calmi il mar Ligure e l’alto Tirreno; poco mossi tutti gli altri mari.

12Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani MERCOLEDI’ 13 MAGGIONord: tempo stabile su tutte le regioni con passaggio di innocue velature durante le ore diurne. Locali addensamenti sulle aree alpine confinali centro-orientali daranno luogo a sporadici episodi d’instabilita’ nel corso del pomeriggio. In serata aumento della copertura bassa su Triveneto e Liguria. Centro e Sardegna: giornata all’insegna del bel tempo con passaggi nuvolosi alti e stratiformi poco significativi. Sud e Sicilia: su tutte le regioni iniziali condizioni di cielo sereno con aumento della copertura medio-alta dal pomeriggio sulle regioni peninsulari. Temperature: minime in lieve calo sul settore tirrenico centrale e sulla Sicilia, in lieve aumento sul resto della penisola; massime in lieve calo su Liguria, Toscana e Campania e in generale aumento sulle restanti regioni. Venti: deboli variabili con tendenza a disporsi dai quadranti meridionali sulle regioni settentrionali; in prevalenza da deboli a moderati dai quadranti meridionali sul resto della penisola tendenti a disporsi da nord-ovest su Calabria e Sicilia. Mari: mosso con moto ondoso in diminuzione lo Jonio; poco mosso il mar Ligure, con moto ondoso in aumento dal pomeriggio; poco mossi tutti gli altri mari.

22Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. GIOVEDI’ 14 MAGGIO Nord su tutte le regioni progressivo aumento della copertura nuvolosa, inizialmente lungo le zone confinali alpine, con fenomeni anche temporaleschi e poi, di dal pomeriggio, anche lungo le zone pianeggianti con precipitazioni che da sparse si faranno diffuse e risulteranno a carattere temporalesco di forte intensita’ su Piemonte settentrionale, Lombardia e Veneto. Centro e Sardegna: passaggio di nubi medio-alte con scarsa probabilita’ di fenomeni. Sud e Sicilia: inizialmente cielo sereno o poco nuvoloso con aumento della copertura medio-alta gia’ dal mattino ma senza il prodursi di fenomeni. Temperature: minime in generale aumento con valori piu’ marcati su regioni di nord-ovest e adriatiche centrali; massime in generale aumento con valori meno marcati sulle regioni tirreniche centrali. Venti: deboli di provenienza variabile al nord tendenti a disporsi da sud sulla Liguria e a divenire meridionali sulle coste orientali con temporanei rinforzi; deboli occidentali con temporanei rinforzi lungo le regioni ioniche; deboli meridionali sul resto delle regioni con temporanei rinforzi su bocche di Bonifacio e alto Lazio. Mari: poco mossi l’Adrtiatico lo Jonio e il Tirreno centro-meridionale, con moto ondoso in aumento dal pomeriggio; da mossi a localmente molto mossi il Tirreno settentrionale e il mar Ligure; da poco mossi a localmente mossi i rimanenti mari.

26VENERDÌ 15 MAGGIO: maltempo diffuso sulle regioni settentrionali con fenomeni in prevalenza temporaleschi che localmente risulteranno anche di forte intensita’. Attenuazione dei fenomeni dalla serata a partire dalle aree alpine. Tempo stabile al mattino sul resto della penisola ma con nubi in aumento su Toscana e aree appenniniche centrali con rovesci sparsi. Ventilazione meridionale inizialmente debole e poi moderata sulle regioni centro-meridionali. Dal pomeriggio sulle regioni centrali e sulla Sardegna i venti ruoteranno da nord-ovest intensificandosi cosi come sul golfo Ligure e sulla Toscana dove pero’ i venti ruoteranno da sud-ovest. Mari tutti molto mossi con moto ondoso in aumento fino ad agitato su golfo Ligure, mare di Sardegna e adriatico meridionale e fino a molto agitato il Tirreno settentrionale e le bocche di Bonifacio.

SABATO 16 MAGGIO: si attenua il maltempo al nord trasferendosi sulle regioni centro-meridionali con rovesci sparsi e fenomeni temporaleschi a ridosso dei rilievi. In serata i fenomeni tenderanno ad attenuarsi sulle regioni tirreniche centrali. Ventilazione settentrionale moderata che risultera’ temporaneamente forte sulla Sardegna e lungo i versanti occidentale e meridionale della Sicilia. Agitati, temporaneamente molto agitati il mar di Sardegna e i due canali principali, molto mossi i rimanenti mari.

DOMENICA 17 e LUNEDI’ 18 MAGGIO: domenica il maltempo insiste sulle regioni meridionali e su quelle adriatiche centrali con rovesci e temporali, piu’ stabile il tempo sulle rimanenti regioni. Lunedi’ instabile sulle regioni ioniche e sulla Sicilia, stabile sul resto del Paese.