Ricerca: il rumore influenza il gusto quando mangiamo in aereo

MeteoWeb

La ricerca evidenzia in particolare che ad essere pià ‘colpiti’ in negativo sono i cibi dolci

Pure’ di patate insapore, petto di pollo grigliato gommoso, dolci che non sembrano neppure tali: a volte i pasti in aereo possono essere disastrosi, ma non e’ detto che cio’ sia da attribuire unicamente alla qualita’ del cibo o al modo in cui viene cotto. Secondo una ricerca della Cornell University, negli Usa, infatti se il sapore di alcuni cibi in aereo cambia rispetto al solito e’ dovuto al fatto che il nostro gusto e’ influenzato dal rumore, che negli aerei di linea e’ di circa 85 decibel ma al decollo puo’ raggiungere anche i 120 ed e’ reso ancora piu’ forte dal rombo del motore e dalla gente che parla in uno spazio ristretto. La ricerca, svolta su 48 volontari e pubblicata sulla rivista Journal of Experimental Psychology: Human Perception and Performance, evidenzia in particolare che ad essere piu’ ‘colpiti’ in negativo sono i cibi dolci, il cui sapore viene percepito come meno intenso mentre si e’ in volo, mentre aumenta la percezione del gusto umami, uno dei cinque fondamentali percepiti dalle cellule recettrici nel cavo orale umano, collegato a cibi ricchi di glutammato come il pomodoro. Ecco perche’ – aggiungono gli studiosi – la compagnia aerea Lufthansa ha riscontrato con un’indagine che molti passeggeri a bordo sono attratti dal succo di pomodoro. Lo studio – concludono i ricercatori – potrebbe essere utile agli esperti per scegliere cibi che meglio si adattano ai gusti dei passeggeri in volo.