Salute: la liquirizia può essere un’alleata contro la carie

MeteoWeb

E’ quanto emerge da una ricerca dell’Università di Edimburgo pubblicata sulla rivista Chemical Communications

Se e’ risaputo che le caramelle e i dolciumi possono danneggiare la salute dei denti, cosi’ non sembrerebbe essere per la liquirizia che, al contrario, potrebbe aiutare a prevenire l’insorgenza della carie, grazie ad alcune sostanze chimiche vegetali naturali che uccidono i batteri della bocca e prevengono l’accumulo di placca. E’ quanto emerge da una ricerca dell’Universita’ di Edimburgo pubblicata sulla rivista Chemical Communications. I ricercatori, tramite esperimenti di laboratorio, hanno verificato che il trans-calcone, un composto correlato a quelli trovati nella radice di liquirizia, blocca l’azione di un enzima-chiave che permette ai batteri di prosperare nella cavita’ orale. I batteri, Streptococcus mutans, metabolizzano zuccheri da cibi e bevande e cio’ produce un acido debole che porta alla formazione di placca. Senza una buona igiene dentale, la combinazione di placca ed acido in bocca puo’ portare a carie. La scoperta fatta dai ricercatori scozzesi arresta l’attivita’ dell’enzima e impedisce ai batteri di formare uno strato protettivo biologico, o “biofilm “, attorno a se’.