Scavi Pompei: spunta una piramide nell’Anfiteatro ed è subito polemica

MeteoWeb

Nell’area archeologica di Pompei, spunta anche una piramide ed è subito polemica

La piramide è stata sistemata nell’Anfiteatro in vista della mostra “Pompei e l’Europa”, organizzata proprio dalla Sovrintendenza Archeologica di Pompei.
“Ed è appunto questo che ha lasciato perplessi”, ha spiegato ad Askanews Antonio Irlando, architetto ed esperto di patrimonio culturale e degli aspetti conservativi dei monumenti. Irlando è infatti presidente dell’Osservatorio Patrimonio Culturale, e sostiene che “Bisognava trovare un altro posto a questa installazione”. Atteso inoltre il ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini, che inaugura oggi alle 16 la mostra dove saranno esposti i calchi restaurati delle vittime dell’eruzione del 79 d.c. “Si tratta di un uso scandaloso di un’ area storica conosciuta in tutto il mondo” dichiara ancora Irlando. Per quanto si tratti di un allestimento provvisorio, utilizzare un simbolo così invasivo e prepotente in un luogo che ha una sua immagine storica ben definita è stupefacente. C’erano tanti altri luoghi dove allestire la mostra”, sottolinea ancora. “Pompei è un luogo che ha un suo valore simbolico, un suo fascino che devono essere conservati: la mostra si poteva fare negli spazi limitrofi, ma già il fatto di aver effettuato un allestimento così invasivo in un luogo che troppo spesso viene usato impropriamente, fa il paio con la cena che proprio a Pompei circa un anno fa è stata organizzata per gli agenti di una nota compagnia assicurativa”, conclude Irlando.
Su Pompei Irlando ha scritto sette libri: tra gli ultimi “Pompei, come si viveva nella città sepolta dal Vesuvio” e “Un giorno nell’antica Pompei”.