Spazio: Samantha Cristoforetti al lavoro per il trasloco tra le stelle

MeteoWeb

Lo spostamento del modulo è una operazione molto complessa che richiederà quattro giorni, e terrà impegnati gli astronauti fino a giovedì 28 maggio

Sulla Stazione Spaziale sono cominciati i lavori per trasferire il modulo Leonardo, la stanza italiana fra le stelle: su Twitter astroSamantha scrive che gli astronauti hanno gia’ liberato il portello frontale del Nodo 3 dove dovra’ essere agganciato il modulo, il cui nome tecnico e’ Pmm (Permanent Multipurpose Module). ”Per il trasloco del Pmm abbiamo liberato il portello frontale del Node3. Per un po’ questa sara’ la nostra vista” scrive l’astronauta Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). Nel messaggio, Sam pubblica anche la foto del portello libero, che ora sembra un oblo’ con vista spazio, oltre il quale si vede una sezione della stazione orbitale. Lo spostamento del modulo e’ una operazione molto complessa che richiedera’ quattro giorni, e terra’ impegnati gli astronauti fino a giovedi’ 28 maggio. Realizzato dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) per la Nasa e costruito in Italia dalla Thales Alenia Space, il modulo Leonardo, e’ un cilindro grande come un autobus, con i suoi 6,6 metri di lunghezza per 4,2 di diametro. Il suo trasloco e’ necessario per riconfigurare i punti di attracco della Stazione Spaziale in modo da lasciare un approdo disponibile per le navette commerciali che trasporteranno gli astronauti e che le aziende private stanno sviluppando per conto della Nasa. Il modulo dovra’ prima essere disattivato: i preparativi cominciati oggi terranno impegnati il comandante Terry Virts, Scott Kelly e Samantha Cristoforetti. I tre astronauti dovranno ‘spegnere’ il modulo Leonardo, svuotarlo e staccare le connessioni. Tra il 26 e il 28 maggio il modulo sara’ sganciato dal Nodo 1 per essere agganciato al Nodo 3. La manovra di spostamento, con il braccio robotico, e’ prevista per il 27 e gli astronauti potranno entrare nella stanza italiana giovedi’ 28.