Terremoto in Nepal: “Tanta paura, l’epicentro non fa ben sperare”

MeteoWeb

Dopo gli 8.000 morti raggiunti e la devastazione di interi villaggi, questa nuova scossa rallenta gli aiuti nel Paese

“Le persone si sono riversate tutte in strada, c’erano gia’ state delle piccole scosse durante le ultime ore e la paura e’ tanta. Non e’ possibile valutare i danni, al momento, ma l’epicentro a Namche Bazar, nella zona nord-est del Nepal al confine con la Cina e vicino all’Everest, purtroppo non fa ben sperare”. E’ la testimonianza di Erica Beuzer, coordinatrice in loco della onlus bolognese Gvc, dopo la nuova forte scossa di terremoto in Nepal. Dopo gli 8.000 morti raggiunti e la devastazione di interi villaggi, questa nuova scossa – commenta l’organizzazione umanitaria – rallenta gli aiuti nel Paese. Si teme soprattutto nelle zone di montagna, dove proprio lo scorso fine settimana Gvc aveva svolto una missione di ricognizione e di aiuti di emergenza, “arrivando per primi via terra in una zona servita solo da elicotteri”. A complicare la situazione – prevede la onlus – sara’ la stagione dei monsoni, tra poco meno di un mese.