Volcanic School: parte il format educativo ideato dal Consorzio del Soave in chiave EXPO

MeteoWeb

Dal 12 al 19 maggio sono molti gli appuntamenti ideati dal Consorzio di tutela, in collaborazione con istituzioni e mondo universitario, per coniugare conoscenza, formazione e promozione

Non poteva mancare in questo intenso mese di maggio, che da sempre vede celebrato il Soave nelle innumerevoli manifestazioni promozionali declinate sul territorio delle tante feste del vino, una serie di momenti formativi ad alto contenuto tecnico promossi dal Consorzio, in occasione dell’anno di Expo.

Il debutto ufficiale è il 12 maggio ad Expo, dove sarà presentato in anteprima nazionale, il volume “Il Soave: Origine, Stile e Valori”, edito dal Consorzio, dove si evidenziano accanto agli elementi distintivi di questo sistema produttivo non replicabile, una serie di nuove sfide che attendono un comprensorio produttivo, così coeso e coerente con la sua vocazione produttiva.
Dopo Milano, in occasione dell’incontro “Cibo come cultura–Dialoghi interdisciplinari”, si prosegue con la presentazione del libro il 13 maggio alle 17.30 al Museo di Storia Naturale di Verona.
Biodiversità, qualità biologica del suolo, vigne e cru, nuova comunicazione saranno solo alcuni dei temi che verranno affrontati dal Direttore del consorzio Aldo Lorenzoni e dal Presidente Arturo Stocchetti, nel corso dei numerosi momenti programmati.

A seguire Volcanic School e una serie di incontri dedicati alla scoperta dei vini e dei territori vulcanici.
Giovedì 14 maggio 2015 nella sede del Consorzio, saranno ospitati gli studenti del master in “Cultura del cibo e del vino” della Ca’ Foscari di Venezia. L’incontro sarà dedicato al progetto “Soave Wine Park” e vedrà la partecipazione del prof. Gianni Moriani e del ricercatore Diego Tomasi del Cravit di Conegliano.
Il 18 e il 19 maggio sempre a Soave si terrà invece il focus di approfondimento dedicato al tema della zonazione in collaborazione con l’Università degli studi di Milano, a cui prenderanno parte Diego Tomasi ed Giovanni Ponchia, tecnico del Consorzio del Soave.