Allerta Meteo: forti temporali di calore al centro/sud, attenzione a grandinate e “downbursts” [LIVE]

MeteoWeb

Numerosi temporali di calore in queste ore stanno già fiorendo fra Appennino e Isole Maggiori

Anche la giornata odierna è caratterizzata dall’improvviso sviluppo di numerosi temporali di calore sui rilievi appenninici e sui monti più interni di Sardegna e Sicilia. Alcuni di questi, venendo supportati alla base da “updrafts” (forti correnti ascensionali) molto intensi, stanno assumendo dimensioni davvero considerevoli, dando la stura a temporali, localmente anche di moderata e forte intensità.

imagesCome previsione le infiltrazioni di aria più fresca, provenienti dai vicini Balcani, sommandosi alle anomalie della tropopausa dinamica presenti nell’alta troposfera, stanno favorendo lo scoppio di diversi temporali di calore, lungo i rilievi dell’Appennino centro-meridionale, fra Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria. Ma altre “Celle temporalesche” di origine termica stanno nascendo o sono già “maturate” sui monti dell’entroterra sardo, sui rilievi della Sicilia e nelle aree più interne della Toscana e delle Marche. Proprio in queste ore varie “Cellule temporalesche” si stanno formando a ridosso dei rilievi dell’Appennino centro-meridionale. Alcune di queste, gonfiandosi ulteriormente, durante la fase di maturità, rischiano di aggregarsi fra loro, con il conseguente sviluppo di più complessi sistemi a “Multicella” che potranno dare origine a brevi ma intensi fenomeni convettivi, caratterizzati da rovesci e fulminazioni.

MyBlitzortungStrikeMapIn particolare fra il Lazio e la Campania dove si potranno verificare fenomeni localmente intensi accompagnati da brevi grandinate e intensa attività elettrica. Nelle “Cellule temporalesche” più giovani e sviluppate verso l’alto i fenomeni precipitativi potranno pure essere accompagnati o preceduti da potenti colpi di vento lineari (da non confondere con le trombe d’aria o i fenomeni vorticosi che si sviluppano su aree pianeggianti, senza ostacoli orografici), legati ai cosiddetti “downbursts” (forti correnti discendenti dalla sommità del cumulonembo innescate dagli intensi “gradienti termici verticali” che contraddistinguono i temporali) delle singole “Cellule temporalesche”. In particolare i temporali in formazione fra i monti del Lazio e quelli della Campania, durante la loro fase di avanzamento verso le rispettive coste, rischiano di poter produrre intensi “downbursts” che precederanno il muro delle precipitazioni.

CNMC_LAM_201506081430_ITALIA_IRLI@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@I “downbursts” corrispondono ad una colonna d’aria in rapida discesa che però incontra la superficie del suolo perpendicolarmente tendendo poi ad espandersi orizzontalmente (divergenza) in tutte le direzioni. Sono all’origine dei violenti colpi di vento che molto spesso accompagnato il passaggio di un intenso fronte temporalesco, specie durante il periodo primaverile ed estivo. Essi si formano a seguito dell’intenso scompenso che si crea all’interno del temporale, sia una Cella singola o un complesso sistema Multicellulare (quest’ultimo è il caso odierno), fra “updraft” (forte corrente ascendente che alimenta il cumulonembo) e “downdraft” (forte corrente discendente che si localizza nell’area delle precipitazioni) e nella maggioranza dai casi sorgono da nubi cariche di pioggia e forti rovesci, la cui temperatura è più bassa rispetto all’ambiente circostante.

downburstIl “gradiente termico” che s’innesca fa aumentare la pressione nella nube temporalesca, causando un conseguente “gradiente barico” fra la zona temporalesca e le aree circostanti, molto più calde. Tale differenza barica genera un intenso e turbolento flusso d’aria verso l’esterno che serve a bilanciare la pressione. Questi temporali avranno una vita alquanto breve, dato che già verso sera, con il sensibile raffreddamento delle masse d’aria presenti alla base delle nubi temporalesche, tenderanno rapidamente a dissiparsi, lasciando spazio a cieli limpidi e stellati.  Per monitorare la situazione in tempo reale, ecco le pagine del nowcasting: