Ambiente, Greenpeace: al centro della questione climatica c’è un problema etico

MeteoWeb

“L’enciclica parla, a differenza dei rapporti dell’Onu, al cuore di miliardi di persone”

“Il dialogo interreligioso sui temi ambientali esiste già da tempo, ma condividiamo la posizione di Papa Francesco: al centro della questione climatica c’è un problema etico”. Così Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia, presentando la marcia di domenica “Una terra. Una famiglia umana”. “L’enciclica parla, a differenza dei rapporti dell’Onu, al cuore di miliardi di persone. Un grande salto di qualità – aggiunge – Il mondo ha due opzioni: non fare nulla e lasciare che i cambiamenti climatici colpiscano in maniera sempre più dura soprattutto i soggetti più deboli, inasprendo conflitti ed emigrazione. Oppure, fare qualcosa perché le soluzioni ci sono già e sono a portata di mano. Per questo porteremo alla marcia lo striscione ‘100% rinnovabili'”.