Ambiente: metà dell’elettricità dell’Europa può venire dalle rinnovabili entro il 2030

MeteoWeb

Entro il 2030 la UE si è  posta l’obiettivo di tagliare del 40% le emissioni inquinanti rispetto ai livelli del 1990

Entro il 2030 l’Europa potrebbe ottenere oltre la meta’ dell’elettricita’ di cui ha bisogno da fonti rinnovabili, ma solo se entro il prossimo decennio i Paesi Ue rispetteranno i loro impegni climatici. Lo rende noto il Guardian, che ha visionato un documento trapelato dalla Commissione europea. Il testo, che secondo il quotidiano britannico dovrebbe essere pubblicato il 15 luglio, sottolinea anche la necessita’ di accelerare la revisione programmata delle reti elettriche. “Raggiungere gli obiettivi energetici e climatici dell’Unione Europea del 2030 – riporta il Guardian citando il documento – significa che la quota di rinnovabili potrebbe raggiungere il 50% della capacita’ elettrica installata”. “Questo significa che le modifiche al sistema elettrico in favore della decarbonizzazione dovranno avvenire ancora piu’ velocemente”. Entro il 2030 la Ue si e’ posta l’obiettivo di tagliare del 40% le emissioni inquinanti rispetto ai livelli del 1990 e di far salire al 27% la quota di rinnovabili nel mix energetico. Secondo il Guardian, il documento propone anche lo scambio transfrontaliero di energia elettrica in giornata, in modo che l’energia ottenuta da fonti rinnovabili possa essere trasferita immediatamente per soddisfare la domanda, senza la necessita’ di stoccaggio.