Bibione: 400 firme per chiedere un ampliamento del tratto della spiaggia ai bagnanti con quattro zampe

MeteoWeb

Secondo i turisti che hanno raccolto le firme serve almeno un chilometro di litorale attrezzato per accogliere i cani

I turisti quest’anno si sono mossi per tempo e hanno raccolto oltre 400 firme per chiedere al sindaco di San Michele al Tagliamento in provincia di Venezia un ampliamento del tratto della spiaggia di Bibione accessibile ai bagnanti con quattro zampe. Allo stato attuale la spiaggia a disposizione dei bagnanti con i cani al seguito è lunga solamente cento metri, pochi per ospitare gli oltre 500 bagnanti con cani al seguito che ogni anno affollano la spiaggia di Bibione. Secondo i turisti che hanno raccolto le firme serve almeno un chilometro di litorale attrezzato per accogliere i cani. I turisti si sono rivolti all’AIDAA – Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente chiedendo di sostenere la loro posizione. Immediata la presa posizione dell’Associazione animalista e del suo presidente Lorenzo Croce che ha deciso di scrivere al sindaco per chiedere la modifica dell’ordinanza attualmente in vigore che risale al 2012. “Questa ordinanza è obsoleta- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- occorre il coraggio di dare una svolta i turisti chiedono un chilometro di spiaggia, noi diciamo che tutta la spiaggia libera dovrebbe essere aperta ai bagnanti con i cani. Chiediamo- conclude Croce- una presa di posizione del sindaco e la revoca della vecchia illegittima ordinanza, vista anche la nuova legge regionale sulle spiagge libere in modo che i 500 turisti con cani che nei prossimi mesi arriveranno a Bibione siano degnamente accolti loro ed i loro pet senza assurde limitazioni e la paura di minacce di multe.”