Ebola: Guinea e Sierra Leone rafforzano l’emergenza sanitaria per giugno

MeteoWeb

Anche se la vicina Liberia è stata dichiarata libera dal virus lo scorso 9 maggio, Guinea e Sierra Leone continuano a registrare casi di decessi per la malattia

Guinea e Sierra Leone rafforzeranno ed estenderanno l’emergenza sanitaria nei rispettivi Paesi fino alla fine di giugno per cercare di sradicare l’epidemia di ebola. Lo fanno sapere i media locali. Nella notte, il presidente della Guinea Alpha Condé ne ha dato notizia, dopo essersi incontrato con il collega del Paese limitrofo, Ernest Bai Koroma. Anche se la vicina Liberia è stata dichiarata libera dal virus lo scorso 9 maggio, Guinea e Sierra Leone continuano a registrare casi di decessi per la malattia. Tra le nuove misure decise dai due capi di Stato, la restrizione di movimento in alcune aree dove l’epidemia persiste, la riduzione “alla più stretta intimità” delle cerimonie e i riti funebri, così come la supervisione da parte della Croce rossa di tutte le sepolture. “Ogni persona che nasconda malati o cadaveri sarà considerata un criminale”, si legge nella nota del governo. Dall’inizio dell’epidemia si sono registrati oltre 27mila casi di ebola e oltre 11mila morti.