Giornata Internazionale dello Yoga: eventi in 192 Paesi nel giorno del solstizio d’estate

MeteoWeb

A dicembre le Nazioni unite hanno approvato una risoluzione presentata dall’India per ufficializzare questa Giornata, con l’appoggio di 177 Paesi

L’India si prepara a celebrare domani la prima Giornata internazionale dello yoga. Migliaia i poliziotti mobilitati per un evento che da settimane viene pubblicizzato sui media e i social network. La Giornata “è una grande opportunità per l’India”, ha spiegato a Efe il vice ministro dell’Ayush (Ayurveda, yoga e naturopatia, unani, siddha e omeopatia), Shripad Yesso Naik. Il responsabile del dipartimento creato lo scorso anno dal governo di Narendra Modi ha sottolineato che quella di domani è “l’opportunità per mostrare” il contributo dell’India “al benessere del mondo, attraverso questa pratica” millenaria. Lo stesso Modi, che pratica lo yoga, ha pubblicato numerosi messaggi su Twitter con video esplicativi, tra cui uno di cinque minuti e mezzo dedicato ai benefici che l’attività apporta al corpo e allo spirito. Tuttavia, il primo ministro non prenderà parte in prima persona all’evento principale in programma a Nuova Delhi.

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Per l’evento gli organizzatori sperano di riunire oltre 35mila persone che realizzeranno asana, o posizioni, e meditazione in una strada del centro della capitale. Obiettivo è anche battere un Guinness dei primati. Tra i partecipanti ci saranno anche cinquemila militari e migliaia di studenti e funzionari che si sono ‘allenati’ per l’occasione. Il governo indiano vorrebbe che la Giornata venisse celebrata anche sulle navi da guerra della marina e nel resto del mondo. Per questo ha mobilitato le ambasciate e il ministero del Turismo, che ha stanziato un milione e mezzo di dollari per la promozione. Eventi di massa si terranno anche in 192 Paesi e 251 città, tra cui capitali come Buenos Aires, dove dovrebbero partecipare a una sessione di yoga collettiva 10mila persone, o luoghi emblematici, come Times Square a New York. A dicembre le Nazioni unite hanno approvato una risoluzione presentata dall’India per ufficializzare questa Giornata, con l’appoggio di 177 Paesi. Un record di approvazione all’Onu, che ha scelto il 21 giugno in coincidenza con il solstizio d’estate e in quanto giornata più lunga dell’anno.