Il maltempo ora punta verso l’estremo sud, piogge e temporali verso la Calabria e la Sicilia

MeteoWeb

Mentre sulle regioni settentrionali il tempo migliora ulteriormente, con l’apertura di ampie schiarite e spazi soleggiati, sulle regioni meridionali si fa avanti il grosso del peggioramento. Dopo i forti temporali che hanno interessato Lazio, Campania, parte della Basilicata e la Puglia ora il maltempo si spingerà verso sud, interessando principalmente l’area del basso Tirreno e le nostre estreme regioni meridionali. La presenza di queste sopra citate anomalie della tropopausa dinamica, ossia aree con valori di vorticità potenziale sensibilmente più elevati rispetto l’ambiente circostante, contribuirà a generare una moderata attività convettiva anche sul medio-basso Tirreno, con lo sviluppo di diverse “Cellule temporalesche” che nel corso della nottata fra domani e giovedì daranno la stura a rovesci e temporali sparsi, dapprima lungo le coste di Campania meridionale e Calabria tirrenica, e dalla mattinata di giovedì pure sul nord della Sicilia e sull’area ionica. Durante la giornata di domani localmente si potranno verificare dei fenomeni anche di forte intensità, accompagnati da colpi di vento, attività elettrica e possibili brevi grandinate. Queste “anomalie della tropopausa dinamica”, nel pomeriggio di giovedì, dovrebbero allontanarsi sullo Ionio, innescando una maggiore attività convettiva in prossimità della Calabria, anche se i temporali più intensi si svilupperanno in mare aperto. Sulle rimanenti regioni, a partire da quelle settentrionali, il tempo migliorerà rapidamente, grazie all’aumento di quota del geopotenziale che si accompagnerà anche all’ingresso di correnti di aria più secca da NO in quota che stabilizzeranno la colonna d’aria, regalando ampi spazi soleggiati su gran parte del nord e sulle regioni centrali.