Impetigine: una delle più diffuse e contagiose infezioni superficiali della pelle

MeteoWeb

Cause,  fattori di rischio, sintomi, cura e prevenzione

L’impetigine è un’infezione superficiale della pelle, causata principalmente da stafilococco o streptococco. Si tratta di une delle infezioni estive più diffuse, è più comune nei bimbi di età compresa tra i 2 ed i 5 anni, ma colpisce anche gli adulti, come risultato di lesioni alla pelle, spesso dovute ad altre patologie dermatologiche come la dermatite. L’impetigine è altamente contagiosa: si diffonde per contatto diretto con un soggetto infetto, per via di asciugamani o spazzole infette, indumenti o altri oggetti infetti, colpendo soprattutto in spiagge, spogliatoi, piscine, durante il periodo estivo, nei luoghi caldo-umidi.

IMPETIGINETra i più colpiti, i bimbi, che possono essere infettati attraverso una raschiatura, un taglio o una puntura d’insetto, i soggetti con preesistente dermatite cronica, soprattutto nei casi di dermatite atopica, gli anziani e le persone con il sistema immunitario compromesso. L’impetigine si presenta come una serie di piccole crosticine, raramente una sola, di colorito giallo chiaro o scuro, dette meliceriche proprio per la loro somiglianza col miele, su una base infiammata, in rapida estensione, a volte pruriginose.

IMPETIGINE 1Esiste anche una forma bollosa, in cui le lesioni iniziali sono più grosse ma con la stessa evoluzione. Il trattamento deve essere immediato, adeguato e protratto per contenere la diffusione della patologia nella comunità e per prevenire le possibili complicanze. La terapia è topica, a base di disinfettanti ed antibiotico, bendando le lesioni. Nelle forme estese e nei bimbi immuno-compressi o che vivono in comunità, al trattamento locale va associato un antibiotico per via sistemica. Nei bimbi, la cute va accuratamente detersa prima di effettuare la medicazione.

IMPETIGINE 2E’ consigliabile tagliare e pulire bene le unghie ai piccoli, educandoli a non rimuovere le croste, senza eccedere nella quantità di pomate o creme da applicare, bendando le lesioni per evitare la diffusione delle infezioni e ridurre il rischio di contagio. La prevenzione dell’impetigine richiede una massima igiene personale, l’uso di detergenti antisettici per le persone e la biancheria, evitando l’eccessiva promiscuità nei periodi molto caldi, tenendo puliti i tagli e graffi.