L’Europa chiama, i geologi italiani rispondono: finanziati 4 progetti, l’Italia avrà un ruolo chiave

MeteoWeb

L’Ue finanzia 4 nuovi progetti e 7 sono già in cantiere in attesa di approvazione: grandi opportunità per i geologi a livello internazionale ed in particolar modo per quelli italiani

“Prosegue il percorso di cooperazione internazionale che vede impegnato il Consiglio Nazionale dei Geologi . La Comunità Europea ha finanziato ben 4 progetti internazionali su materie prime e sullo studio delle risorse idriche ma altri 7 progetti internazionali sono in fase di elaborazione su argomenti riguardanti non solo le materie prime ma anche la geotermia e l’idrogeologia . In alcuni di questi progetti l’Italia avrà il ruolo di coordinatrice”. Lo ha affermato Gian Vito Graziano , Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi . A Newcastle si è conclusa l’Assemblea annuale della Federazione Europea dei Geologi che ha visto la partecipazione dei massimi vertici di tutte le organizzazioni di categoria dei vari Paesi aderenti alla Federazione . Proprio da    Newcastle, è giunta oggi la notizia che sono ben 7 le nuove proposte di  progetti internazionali in elaborazione, su argomenti come le materie prime, la geotermia e l’idrogeologia. L’Europa chiama, i geologi rispondono e saranno parte attiva di tali progetti.

“Siamo molto contenti per queste iniziative che la FEG sta portando avanti – ha commentato Graziano –  anche grazie al deciso cambio di passo dovuto alla presidenza del portoghese di Vitor Correia, che, collaborato dal Segretario Generale Domenico Calcaterra, sta conferendo alto valore culturale ed istituzionale alla federazione europea dei geologi. Ne è prova ulteriore la rinnovata collaborazione offerta a diverse istituzioni europee, dall’Eurogeosurveys allo stesso Parlamento, che di recente ha ospitato a Bruxelles la pubblicazione tradotta in 14 lingue “Geology for Society” alla presenza di molti eurodeputati di vari Paesi membri”.

Altro motivo di soddisfazione che proviene dall’assemblea riunita a Newcastle è l’approvazione unanime dell’istanza di ingresso nella FEG presentata dell’Associazione dei geologi di Danimarca e Groenlandia, che da questo momento va ad aggiungersi alle altre rappresentanze nazionali”.