Maltempo estremo, “primavera pazza”: bilancio dei danni gravissimo

MeteoWeb

Maltempo, gravi danni a causa dei fenomeni estremi di questi giorni

Si aggrava il bilancio dei danni in un pazza primavera in cui si sono intervallate giornate di grande caldo con precipitazioni violente accompagnate anche da chicchi di grandine grossi come noci che si sono abbattute a macchia di leopardo su tutto il territorio nazionale, colpendo le coltivazioni in campo. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’arrivo della nuova ondata di maltempo con forti temporali in un mese di giugno segnato da una insolita variabilita’. La grandine – sottolinea la Coldiretti e’ l’avversita’ climatica piu’ temuta dagli agricoltori in questa stagione perche’ provoca danni irreparabili alle coltivazioni vanificando il lavoro di un intero anno, con effetti economici ed occupazionali. Nelle campagne la frutta e la verdura – precisa la Coldiretti – sono in piena raccolta e quindi particolarmente sensibili agli effetti del maltempo. Dove sono disponibili a protezione delle colture sono state stese le reti antigrandine che tuttavia sono capillarmente diffuse. Si rischia dunque di aggravare – conclude la Coldiretti + il bilancio dei danni in un mese di giugno paticolarmente bizzarro segnato da precipitazioni improvvise che hanno interssato molte regioni con danni alle coltivazioni tipiche, dal pomodoro San Marzano ai vigneti di pregio ma anche mais, prati stabili con il fieno pronto per il taglio, ortaggi e frutteti prossimi alla raccolta.