Missione Rosetta: il lander Philae si “risveglia” dopo 7 mesi di letargo, riattivate le batterie

MeteoWeb

Dopo un letargo di quasi sette mesi sulla cometa 67P, il segnale dimostrerebbe che le sue batterie si sono riattivate

Il lander Philae, che si era addormentato sulla cometa 67P dalla metà di novembre, si è risvegliato durante la notte: lo ha annunciato Jean-Yves Le Gall, presidente del Cnes, l’agenzia spaziale francese. “Abbiamo captato dei segnali e ha inviato dei dati per due minuti e 40 secondi”, ha detto all’Afp.

Dopo un letargo di quasi sette mesi sulla cometa 67P, il segnale dimostrerebbe che le sue batterie si sono riattivate e che il dispositivo ha resistito alle condizioni climatiche e ambientali. Lo scorso 12 novembre, il robot si era posato sulla superficie della cometa ed era rimasto operativo per quasi 57 ore, inviando dati. Poi, era finito in una zona oscura del corpo celeste, dove non poteva ricaricare le batterie solari, ed era quindi entrato in ibernazione.