Quinoa: uno “pseudo-cereale” ricco di virtù benefiche

MeteoWeb

E’ una pianta erbacea antichissima, considerata sacra dagli Inca

La quinoa, scientificamente nota come Chenopodium quinoa, appartenente al genere delle Chenopidacee, come la barbabietola e gli spinaci, è una pianta erbacea molto antica, coltivata sulle montagne andine dagli Inca che la chiamavano “madre di tutti i semi”, considerandola sacra. Tra i suoi tanti benefici, quello di mantenere la biodiversità dell’ambiente. I suoi maggiori paesi produttori sono la Bolivia, il Perù, il Cile e l’Ecuador.

QUINOAUtilizzata spesso come un cereale vero e proprio pur non essendolo (viene definita “pseudo-cereale”), possiede un maggior valore nutritivo rispetto alle graminacee più comunemente utilizzate, ha un valore proteico più elevato rispetto ad esse e ben 9 aminoacidi essenziali… aminoacidi che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare da solo e che vanno pertanto assunti tramite l’alimentazione. Tra questi spicca la lisina, fondamentale per la produzione di anticorpi e per la creazione del tessuto osseo e cartilagineo, e la metionina, con azione lipolitica sul fegato e sui grassi che aderiscono alla arterie.

QUINOA COPLa quinoa contiene 368 calorie ogni 100 grammi di prodotto, non contiene glutine, mertanto può essere tranquillamente inserita nell’alimentazione degli intolleranti al glutine e dei celiaci, contrasta i radicali liberi ed è antitumorale. La riboflavina in essa contenuta previene le emicranie e migliora il funzionamento delle cellule cerebrali, le fibre le donano un forte potere saziante, gli acidi grassi polinsaturi prevengono le malattie cardiovascolari (es. aterosclerosi). Le fibre hanno proprietà emollienti, diminuiscono l’acidità gastrica, la gastrite e l’ulcera, riducono il colesterolo, migliorano il transito intestinale. La quinoa è ricca di minerali tra cui magnesio, potassio, ferro e zinco, migliora la salute metabolica, è ideale per coloro che vogliono limitare il consumo di carne senza sbilanciare la loro alimentazione.

QUINOA 2La quinoa è semplicissima da preparare: i semi vanno tenuti per alcune ore in ammollo, risciacquandoli con acqua fredda. In seguito,sono pronti per essere cotti in abbondante acqua bollente per circa 20 minuti. La quinoa è estremante versatile: è ottima a colazione con lo yogurt e la frutta fresca a pezzi, a pranzo o a cena con le verdure o i legumi, o come sfizioso ingrediente per dolci e biscotti. Nella cucina andina è l’ingrediente preferito per arricchire le zuppe. Forse non tutti sanno che con essa è possibile preparare una gustosa e nutriente bevanda: occorrono solo 1 cucchiaino da caffè di chicchi di quinoa ed un bastoncino di cannella, fatti bollire qualche minuto, diluendoli col succo di una mela.