Sardegna: trovato il leopardo scappato, era vicino allo zoo privato

MeteoWeb

La bestia era molto spaventata e spaesata, avendo sempre vissuto in cattività

Cessato allarme leopardo a Guspini. E’ stato ritrovato nel corso della notte il giovane felino scappato ieri pomeriggio dallo zoo privato di Marino Nonnis, 48enne disoccupato di Guspini (Ca). Nonnis stava accudendo i suoi animali, una dozzina tra leopardi, tigri, macachi, struzzi ed altri animali esotici, quando il giovane leopardo è sfuggito alla sua attenzione saltando le recinzioni di sicurezza ed allontanandosi nella campagna circostante. L’uomo ha dato subito l’allarme e sul posto, lungo la Sp 66 tra Guspini e Montevecchio, dove sono arrivate le pattuglie dei carabinieri e del Corpo forestale regionale. Un elicottero dei carabinieri ha sorvolato dall’alto la zona, senza risultati, fino al calare del buio. Alle ricerche hanno partecipato anche una cinquantina di volontari, amici di Nonnis, che verso l’una hanno avvistato il leopardo in una strada a circa 500 metri dallo zoo. Marino Nonnis, che era certo che l’animale non si fosse allontanato, ha cercato di tranquillizzarlo, ma la bestia era molto spaventata e spaesata, avendo sempre vissuto in cattività. ”Ho fatto allontanare tutti – ha detto Nonnis stamani all’AdnKronos – e mi sono fatto portare delle reti da pesca. Sono entrato nell’orto dove si era rifugiato dopo aver scavalcato un cancello di tre metri con un balzo e l’ho afferrato per la coda, facendogli mordere un bastone per evitare che mi ferisse. A quel punto, parlandoci e tranquillizzandolo, siamo riusciti a imbragarlo con la rete e a metterlo in sicurezza”. Grandi difficoltà anche per caricarlo su un pick-up e riportarlo nello zoo, ma alla fine alle 3 del mattino l’allarme è cessato. ”Non so cosa sia potuto succedere – spiega Nonnis visibilmente scosso dall’accaduto -, so solo che volevo evitare che l’animale, che è nato nel mio zoo, fosse abbattuto. Era molto scosso, agitato,non capiva dov’era, non capiva i rumori, soprattutto quello dell’elicottero. Ma è andata bene – conclude Nonnis – che stamani di buon’ora era già nello zoo ad accudire gli animali”. Marino Nonnis ha la passione per i felini da quando era giovane: aveva iniziato ad allevare una tigre siberiana, poi la passione è diventata talmente forte da fargli acquisire altri animali, fino ad avere un vero e proprio zoo,”anche se le difficoltà per mantenerle sono davvero enormi, e non ho mai ricevuto aiuto da nessuno”, dice. Nonnis.