Storie di Musica – Le Pietre rotolanti

MeteoWeb

La nona puntata della rubrica di MeteoWeb alla scoperta della storia della musica

L` anno scorso, precisamente il 22 giugno del 2014, mi trovavo al Circo Massimo di Roma per vedere e sentire la leggenda della musica. Loro erano i Rolling Stones ed in quella stupenda, unica e storica location, c`erano 50 anni di storia della musica.

Possiamo discutere tutta la notte su quale è stata la migliore band, il miglior album, la miglior canzone ed il miglior artista, ma rimarracomunque e sempre un parere squisitamente soggettivo che non puo essere disputato in quanto gusto, come suggerivano i latini. Ma qua stiamo parlando di altro, di qualcosa che non si eripetuto e probabilmente mai piu si ripetera, una band unita da piu di 50 anni.

5 luglio 1969 ad Hyde Park, Londra

Ma partiamo da un altro storico concerto, quello del 5 luglio 1969 ad Hyde Park, Londra.

Quel giorno gratuitamente davanti a circa 200.000 persone si stanno esibendo i Rolling Stones, per presentare il nuovo chitarrista Mick Taylor in sostituzione di Brain Jones.

In realta` non e` cosi`, quel giorno The Rolling Stones commemorano il loro veccchio amico e collega Brain Jones, deceduto in circostanze molto sospette due giorni prima nella sua casa di Hurtfield.

therollingstonesonstageattheirfreeconcertinlondonshydeparkon5july1969Il concerto era in programma da mesi, perche` era da tempo ormai che Brain dava segni di discontinuita` dalla band, cosi` piu` o meno di comune accordo si era deciso per la separazione. Brain era un animo di una sensibilta` sopraffina, fu` il primo vero manager del gruppo nonche fondatore. Era un polistrumentista eccezionale e diede un marcato segno musicale al sound degli anni sessanta dei Rolling. Suono` praticamente qualsiasi strumento, avendo fin da bambino dimostrato un talento straordinario. Simpatico e` l`anedotto che seppur la madre fosse insegnante di pianoforte, all` eta` di 9 anni dovettero` ricorrerre a delle lezioni da parte di un grande e veterano pianista di orchestra, perche` quelle delle madre gia` non bastavano piu`.

brianjones

Suonava ogni nuovo strumento fino alla nausea, fino a quando non ne imparava la tecnica e bramava di scoprirne un altro. Suono` la slide guitar in brani come I Wanna Be Your Man, Little Red Rooster, No Expectations, la tambura e il sitar in Street Fighting Man, la marimba e lo xilofono in Under My Thumb, il flauto dolce in Ruby Tuesday, la tromba e il trombone in Something Happened To Me Yesterday, il dulcimer in Lady Jane e I Am Waiting, la fisarmonica in Backstreet Girl, il mellotron in 2000 Light Years from Home e We Love You, il sassofono in Citadel, l’Autoharp in You Got the Silver, e il sitar in Paint It, Black. Potrei continuare fino a dopo domani!!!

Con Richards eccelsero in quella che è chiamata la “tessitura di chitarre” (guitar weaving), successivamente definita “l’antica forma di tessitura” (Ancient Form of Weaving), che è diventato uno dei segni peculiari del sound dei Rolling Stones in tutta la loro carriera. Questa tecnica prevede che i due chitarristi suonino la parte di chitarra ritmica e quella solistica nello stesso momento, senza differenziare particolarmente lo stile di una o dell’altra. Questo stile è conosciuto anche come lo “stile di Chicago” , e si può apprezzare in registrazioni di Jimmy Reed, Muddy Waters, Howlin’ Wolf, e trova forse in Hubert Sumlin il suo maggiore esponente. In una intervista Richards dichiarò: « Ascoltavamo lavori di gruppi, cercando di capire cosa succedesse in quelle registrazioni; come si potesse suonare insieme con due chitarre e farle suonare come quattro o cinque ».
Diedero una impronta unica a quel tipo di sound “vecchio” ma rivisto in una chiave contemporanea di allora, rispetto ai nuovi sound che si erano creati ed a nuovi strumenti(non che gli strumenti fossero nuovi, bensi` erano nuovi per quel sound bluesy) che si mescolavano ai tradizionali regalando ritmi sinuosi e profondi.

Tornando alla stravagante vita di Brain, si sa, come tutti i grandi artisti dallanimo estremamente sensibile come lo era quello di Jones, vivono in un continuo tormento di passioni, angoscie, paure e incomprensioni, con se stessi e con gli altri. Erano gia diversi anni che Brain aveva cominciato a prendere le sue strade: sia artisticamente, sia personalmente affogando i tormenti nell`abuso di droghe e alcol.

Fece in tempo a lasciare la firma per la registrazione di un capolavoro assoluto della musica, l` album Beggars Banquet, che apre con un pezzo pionieristico di rara bellezza ed assoluta irriverenza, Sympathy for the Devil, che fece parecchio scalpore allora essendo il diavolo che parla in prima persona ed essendo il 1968.

Venne ritrovato il 3 Luglio del 1969, sul fondo della piscina della sua casa a Hartfield ,

Sussex, Inghilterra. Nella quale aveva vissuto buona parte della sua vita, prima di venderla a Jones, lo scrittore Alan Alexander Milne, l` inventore di Winnie the Pooh.

Purtroppo non sapremo mai esattamente cosa sia successo quella notte in quella villa, e come effettivamente Brian Jones sia morto, ma come ho detto la musica efatta di un lato oscuro, di un lato misterioso, che rimane spesso con dei punti interrogativi, e probabilmente affascina anche per quello, rendendo le storie ancora piu intriganti e seduttive. A noi interessa ricordare quello che ci rimane di Brain Jones come artista e anche come uomo, considerando i soli 27 anni e 4 figli da 4 donne diverse!!!!

Entra di diritto nel club J27 e lascia una band in piena maturitaartistica che da li in poi esplodera come una bomba atomica cavalcando e trapassando decadi ed epoche.

<

p style=”text-align: justify;”>Difatti, proprio mentre Jones lascia la band, succede che da quel momento gli Stones sfornano 4 capolavori, uno dietro laltro, facondoli passare alla storia della musica come i fantastici 4.
<p style="text-align: justify;"><img class="alignright size-medium wp-image-454140" src="https://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2015/06/The-Rolling-Stones-Brian-Jones-300x200.jpg" alt="The-Rolling-Stones-Brian-Jones" width="300" height="200" /></p>
Succede a cavallo del 1970, circa un anno dopo il concerto di Hayde Park, ma non siamo piu
in terra inglese, bensiin quella centramenricana, piu precisamente in Messico. Si percheallo stadio Azteca di citta del Messico, davanti a oltre 100.000 spettatori, non stanno per esibirsi le pietre rotolanti, no. Si sta per giocare la partita del secolo, la semifinale mondiale Italia – Germania Ovest finita 4 a 3 per noi.

I novanta minuti sull1 a 1, per poi finire nella mezzora piuemozionante e incredibile della storia del calcio. In finale arrivammo esausti contro i brasiliani e contro un certo O Rey Pele, che volorimanendo fermo in aria per qualche secondo nel primo goal carioca. Fini 4 a 1 per i verde oro che si portaronno sullaereo di ritorno per Rio la coppa Rimet per sempre senza doverla piu tornare alla Fifa, e a noi rimane lamarezza da una parte, di una finale persa ed una coppa in palio che ci saremmo portati a casa anche noi per sempre(entrambe avevamo vinto 2 mondiali),  ma dallaltra, una soddisfazione inconmensurabile, quella di aver giocato e vinto, con tanto di targa fuori dall` Azteca, la partita del secolo.

Tornando ai fantastici 4, a Dicembre 1969 venne pubblicato Let it Bleed, primo album senza Jones, quindi esattamente un anno dopo il primo dei fantastici 4 nel quale ancora, seppur lieve e non calcata, vi ela firma di Jones, essendo Beggars Banquet di fine 68. In mezzo, a metadel 69 ed alla metadel 1970, pubblicano due raccolte, due live doppi, a seguito di una tourne americana, cosiper fare un po di quattrini in piu, e nel 71 e nel 72 sfornano gli altri due lavori sensazionali, Sticky Fingers e il doppio inedito, dopo i problemi con il fisco, Exile on main street.
<img class="alignright size-medium wp-image-454145" src="https://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2015/06/Let-it-Bleed-300x300.jpg" alt="Let it Bleed" width="300" height="300" />In questi 4 anni e 4 album, senza considerare le raccolte, i Rolling Stones dimostrano a tutto il mondo che non sono piu
la cover band della prima metadei sessanta e neppure piu dei giovani ragazzi che cominciano a fare musica propria con un background tutto rhythm and blues. Si ergono definitivamente come band leader del momento, come professionisti assoluti del panorama mondiale musicale, considerando anche che nel frattempo i Fab four si erano sciolti, lasciando un vuoto nella musica e la scena ai colleghi, venendo meno lantagonismo britannico. I Glimmer Twins maturano in modo continuo e progressivo artisticamente, producendo dei lavori indimenticabili, i loro testi ed i loro sound sono fuori dalla portata di molti, praticamente di tutti. Al contrario dei Beatles, i Rolling hanno un percorso artistico piu lento inizialmente, anche perchela loro immagine e volutamente in controtendenza rispetto ai colleghi di Liverpool, cosida creare questa opposizione da band ribelle, irriverente, sprezzante e per certi aspetti satanica (piuttosto emblematico e il titolo del loro undicesimo album Their Satanic Majesties Request), rispetto alla piu` pop e pulita immagine degli scarafaggi.

chitarra di Richards

I testi erano provocatori, di protesta, di amore e disperazione in una miscela di sound bluesy in commistione con altri generi e soprattutto la fantasia dei riff della chitarra di Richards.

Stefanno Accorsi, nei panni di Freccia, nel film del rocker Ligabue, appunto RadioFreccia del 1998, dice in un monologo stupendo sotto forma di sfogo alla radio: “Credo nelle rovesciate di Bonimba (Boninsegna) e nei ritmi di Keith Richards”, insieme ad altre cose in cui crede fermamente.

Vedranno nascere e morire, sia artisticamente, sia fisicamente vari colleghi e varie band, mentre loro continueranno a fare album ed esibirsi decennio dopo decennio.

Hanno visto nascere tutti i nuovi generi del post anni sessanta, dalle culture rock a quelle punk, dalla disco music al grunge della fine degli 80, senza esserne mai intaccati, senza mai perdere quella purezza di stile inconfondibile nello loro modo di fare musica.

Hanno trapassato generazioni ed epoche, stili e modi di pensare, hanno regalato emozioni a tutte le classi sociali, hanno sempre fatto sentire il loro peso ed il loro modo diretto di protestare di fronteGlimmer Twins ad evidenti ingiustizie. Con Charlie Watts alla batteria e Ronnie Wood alla chitarra ritmica, i Glimmer Twins hanno tracciato e disegnato un viaggio unico ed irripetibile nella storia della musica producendo in tutto: 27 album studio, 18 live e 26 raccolte. Mick Jagger era una libellula impazzita e leggiadria che flottava sul palco, con una carica ed una grinta che non si erano mai viste prima, ed era altrettanto unico il suo modo di essere cantante, frontman della band ma soprattutto showman. Un mio caro amico mi ha regalato una maglietta bellissima, lultima cena del rock, dove viene raffigurata lultima cena di Leonardo da Vinci,solo che al posto dei dodici discepoli e GesuCristo ci sono i maggiori esponenti della storia del rock. E ci sono tutti, ma proprio tutti, da Lennon a Jimi Hendrix, da “persone che ancora dobbiamo incontrare” come Sid Vicious dei Sex Pistols al duca bianco David Bowie, insomma non manca nessuno, ed indovinate chi e al centro che raffigura Gesu` Cristo???!!!?

Ovviamente suamaesta Mick Jagger.

Come dice Federico Buffa nella sua rubrica a puntate sui mondiali di calcio: “I Mondiali di calcio hanno scandito i tempi della nostra vita e scandiranno i tempi cheMick Jagger verranno”, mentre noi in questa sede possiamo dire che i Rolling Stones hanno scandito i tempi della musica e quelli della musica che verra`.

Se ancora oggi sentite parlare, come andava di moda tanti anni fa, di quale band emigliore tra i Beatles ed i Rolling Stones, bhe dite loro che sono state grandiose ed entrambe uniche e leggendarie allo stesso livello, seppur in modo diverso e per diverse ragioni. Ma solo una e durata piu` di mezzo secolo…..

Dallalbum Let it Bleed del 1969, questa e la sublime e profondissima Gimme Shelter per protestare contro la guerra in Vietnam e loro….. loro sono la leggenda vivente della storia della musica….

The Rolling Stones!!!!!