Tutti i patronati di San Giovanni Battista

MeteoWeb

E’ invocato da sarti, conciatori, fabbricanti di coltelli, naviganti, città e calamità naturali

Moltissimi sono i patronati di San Giovanni Battista: per via dell’abito di peli di cammello che si cuciva da sé e della cintura, è patrono di sarti, pellicciai, conciatori di pelli; per l’agnello, è patrono dei cardatori di lana; per il banchetto di Erode che fu causa della sua morte, è patrono degli albergatori.

SAN GIOVANNI DECAPITAZIONEInoltre, per la spada del supplizio è il patrono di fabbricanti di coltelli, spade e forbici. L’inno dei gregoriani, in suo onore, diede a Guido d’Arezzo lo spunto per i nomi delle note musicali : ut re mi fa sol la si; quindi San Giovanni Battista è patrono anche dei cantori. Invocato contro l’emicrania, patrono dell’ordine di Malta, come battezzatore è patrono dei trovatelli.

San Giovanni Decollato è il protettore di tutte le anime decollate, quindi di molte Confraternite che assistevano i condannati a morte. L’attribuito principale nell’iconografia è un lungo bastone da viandante sormontato da una piccola croce con la scritta “Ecce Agnus Dei” (Ecco l’Agnello di Dio”). E’ vestito con abito di pelle di cammello cui, a volte, si aggiunge il mantello rosso, segno del martirio.

SAN GIOVANNI OK 1Patrono della città di Ragusa, della città di Formia, dove è protettore dei naviganti, della Contrada del Leocorno di Siena; in Sicilia è patrono dei compari e delle comari di battesimo in ricordo del Battesimo di Cristo. Viene anche invocato, contro le calamità naturali quali terremoti, temporali ecc. In Sicilia, specie a Chiaramonte Gulfi, si recita il Rosario di San Giovanni in dialetto seguito dalla Giaculatoria “San Giuvanni Santu ‘Granni, Libiratici ri priculi e ri danni”.