A Modena il caldo fa impennare l’ozono: sfiorata la soglia limite

MeteoWeb

Nei giorni scorsi superate la soglia limite: aumenta il rischio per la popolazione modenese

Il caldo ‘sfora’ l’ozono a Modena. Le alte temperature rilevate negli ultimi giorni e il persistere delle condizioni di stabilita’ atmosferica hanno comportato, venerdi’, alcuni superamenti della soglia di informazione per l’ozono (fissata a 180 microgrammi per metrocubo, concentrazione media di un’ora) dalla stazione di monitoraggio della qualita’ dell’aria del parco Ferrari. Lo riporta il Comune, facendo presente che la concentrazione e’ risultata superiore alla soglia dalle 14 alle 16 e il valore massimo raggiunto e’ stato di 185 microgrammi per metrocubo tra le 15 e le 16. Per oggi e domani, il servizio Idro-Meteo-Clima di Arpa Emilia-Romagna prevede che il perdurare delle alte temperature manterra’ le concentrazioni di ozono su valori prossimi alla soglia di informazione. L’amministrazione modenese ricorda che l’ozono in bassa atmosfera “e’ dannoso in quanto dotato di elevata capacita’ ossidativa nei confronti dei tessuti biologici e ha come effetti l’irritazione delle mucose respiratorie e degli occhi, che scompare se l’esposizione non e’ troppo intensa e prolungata”. Si consiglia quindi alle persone piu’ sensibili, agli anziani e ai bambini, di “limitare l’esposizione evitando di svolgere attivita’ che comportino l’aumento dell’intensita’ respiratoria, in particolare nelle ore di maggiore concentrazione di inquinanti, che sono quelle comprese tra le 13 e le 19”.