Ambiente: l’energia eolica fornisce l’8% dell’elettricità in Europa

MeteoWeb

La Commissione Europea ha certificato la crescita di produzione di energia eolica: nel 2020 si stima che il “vento” potrà fornire circa il 12%  del fabbisogno energetico degli europei

L’energia eolica fornisce l’8% dell’elettricita’ ai Paesi Ue, l’equivalente del consumo annuale di Belgio, Olanda, Grecia e Irlanda. E’ quanto emerge da un rapporto del Joint Research Centre (Jrc) della Commissione europea che certifica la crescita dell’impiego dell’eolico. Il trend e’ positivo: le stime indicano che nel 2020 il vento coprira’ il 12% del consumo di energia elettrica. Secondo il rapporto Jrc, nel 2014 nell’Ue la capacita’ cumulativa dell’eolico allacciato alla rete elettrica ha raggiunto 129 GW, pari all’8% della domanda di energia elettrica europea. La tendenza alla crescita continuera’, tanto che nel 2020 la quota di energia elettrica ottenuta dal vento dovrebbe raggiungere il 12% mettendo l’Europa sulla buona strada per raggiungere il 20% di rinnovabili imposto dal pacchetto clima-energia 2020. L’energia eolica e’ la fonte rinnovabile cresciuta maggiormente negli ultimi vent’anni, spiegano i ricercatori, aumentando la capacita’ cumulativa globale da 3 a 370 GW. Il 2014 e’ stato un anno record con l’installazione nel mondo di turbine eoliche per una capacita’ di 52,8 GW, +48% rispetto al 2013 e +17% rispetto al 2012. Danimarca, Portogallo, Irlanda, Spagna, Romania e Germania sono i Paesi piu’ “virtuosi”: hanno generato dal vento tra il 10 e il 40% della propria elettricita’.