Astronomia: New Horizons ci mostra il “cuore” di Plutone

MeteoWeb

“La prossima volta che rivedremo quest’area di Plutone, una porzione della regione verrà ritratta 500 volte meglio di come la vediamo ora. Sarà incredibile!”

Dopo oltre 9 anni e quasi 5 miliardi di km percorsi, la sonda New Horizons si prepara al grande incontro con Plutone, con il flyby confermato per il 14 luglio.

Ieri, gli scienziati del team della missione hanno ricevuto una nuova immagine del pianeta nano, la più dettagliata finora realizzata dal Long Range Reconnaissance Imager (LORRI) a bordo della sonda. La foto è stata scattato il 7 luglio, quando New Horizons si trovava a 8 milioni di km da Plutone, ed è la prima ricevuta dal 4 luglio, quando la sonda è andata in “safe mode”.

La superficie immortalata sarà più o meno quella che verrà vista “da vicino” nel giorno del flyby: dopo avere scoperto delle aree più scure già soprannominate la “balena” e la “ciambella”, ora Plutone ci mostra un “cuore” di circa 2000 km di lunghezza. “La prossima volta che rivedremo quest’area di Plutone, una porzione della regione verrà ritratta 500 volte meglio di come la vediamo ora,” ha dichiarato Jeff Moore, Geology, Geophysics and Imaging Team Leader NASA. “Sarà incredibile!“.