Bimbi stanchi e inappetenti: potrebbe essere un’influenza estiva

MeteoWeb

Condizioni favorevoli al diffondersi delle ‘influenze estive’ sono gli sbalzi di temperatura

E’ meno frequente di quella invernale ma in genere e’ piu’ subdola e difficile da diagnosticare: nonostante le alte temperature ‘l’influenza estiva’ colpisce grandi e, soprattutto, piccini. “Quello che le contraddistingue sono inappetenza, spossatezza e tosse secca”, spiega Renato Cutrera, direttore Unita’ Operativa Complessa di Broncopneumologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ di Roma. “Mal di gola e raffreddore – prosegue l’esperto – sono presenti in forme piu’ blande o assenti. Le alterazioni di temperatura in genere sono meno evidenti e questo fa si che siano difficili da individuare. Le complicanze che ne possono derivare, come le polmoniti, possono pero’ essere ugualmente gravi”. Condizioni favorevoli al diffondersi delle ‘influenze estive’ sono gli sbalzi di temperatura, attenzione quindi all’aria condizionata troppo forte nei momenti caldi della giornata. Questo vale in casa ma anche in macchina, treno e aereo. “Se comunque si intende affrontare viaggi lunghi, e’ preferibile scegliere l’auto, specie se si hanno bimbi molto piccoli. Aerei e treni infatti – conclude Cutrera – costringono a stare a lungo a contatto con persone che possono essere infettate ed essere contagiose”.