Caldo: il Comune di Pistoia vieta l’uso improprio di acqua potabile

MeteoWeb

Chi viola i divieti relativi all’uso improprio di acqua potabile rischia una sanzione che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro

Il Comune di Pistoia ha emesso un’ordinanza che vieta l’uso improprio dell’acqua potabile, visto il periodo caratterizzato dall’innalzamento delle temperature e dalla scarsita’ di piogge. “Il provvedimento – informa una nota – rimarra’ in vigore fino al termine della criticita’ idrica e vieta di utilizzare l’acqua per il riempimento di vasche da giardino, fontane ornamentali e simili anche se dotate di impianto di riciclo dell’acqua, lavaggio di cortili e piazzali, innaffiamento di giardini e prati, lavaggio domestico di veicoli a motore, riempimento di piscine private, prelievo dagli idranti antincendio nelle strade per scopi diversi da quelli a cui sono destinati, prelievo da fontane alimentate dall’acquedotto pubblico per usi diversi da quelli potabili e igienici”. Chi viola i divieti rischia una sanzione che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.